Stella a cinque punte sulla statua di Woityla

Affidato a mani esperte il piccolo restauro della statua bronzea imbrattata il 1° ottobre 2011 a Piazza dei Cinquecento
di Serenella Napolitano - 3 Ottobre 2011

Non sembra trovare pace la statua del beato Giovanni Paolo II, posta davanti la stazione Termini di Roma. Sabato scorso (1° ottobre 2011) è stata imbratta con il disegno di una stella nera a cinque punte.

Appena saputo dell’accaduto il personale della centrale di monitoraggio e di sorveglianza dei beni culturali e i funzionari della Sovraintendenza sono accorsi a verificare il danno e tutelare la statua di Wojtyla, coprendola.

Oggi 3 ottobre 2011 è iniziata la pulizia, che “trattandosi di un’opera in bronzo, è stata affidata alle mani esperte dei restauratori” così ha dichiarato in una nota l’assessore alle Politiche Culturali e al Centro Storico, Dino Gasperini.

Il Sovrintendente di Roma, Umberto Broccoli, ha seguito personalmente le verifiche effettuate dai tecnici della Sovrintendenza sulla statua dedicata a Wojtyla, poco tempo dopo l’avvenuto sfregio ed in una nota ha dichiarato “Ringrazio le unità operative del decoro urbano, la Polizia Roma Capitale ed il servizio controllo e monitoraggio della Sovrintendenza, che si è rivelato efficace ancora una volta per la tutela delle opere d’arte. Come hanno dimostrato le immagini riprese dalle telecamere della Sala Sistema Roma, immediatamente consegnate alla Polizia Scientifica e alla Polizia Roma Capitale, quello operato ai danni della statua è un atto vandalico che, compiuto in meno di due secondi, viene recuperato con interventi accurati i cui costi gravano sulle casse di Roma Capitale e, dunque, sulle tasche dei cittadini”.

“Il gesto inaccettabile di oltraggio alla statua di papa Wojtyla alla Stazione Termini ribadisce l’urgenza e l’attualità della nostra proposta di coinvolgere l’associazionismo, cattolico e non, per la tutela dei monumenti e delle piazze di Roma” – Lo dichiara Cristian Carrara, presidente della Acli di Roma e provincia – “Su questo tema, ci siamo già incontrati con l’assessore Gasperini e, a breve, verrà avviato il progetto. Resta tuttavia – conclude – il gesto che offende un simbolo della cristianità E questo è davvero inaccettabile”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti