Cronaca  

Stop all’ordinanza antialcol

Bordoni: "il provvedimento ha esaurito il suo compito nel periodo estivo"
Enzo Luciani - 26 Settembre 2009

Il Comune di Roma sospenderà l’ordinanza antialcol. Il provvedimento fa sapere l’assessore alle Attività produttive Davide Bordoni -non verrà riproposta perché ha esaurito il suo compito nel periodo estivo, sicuramente il più a rischio per la presenza della movida nelle strade e per gli incidenti provocati da comportamenti legati all’eccessivo consumo di alcol”.
“L’ordinanza che tanto ha fatto discutere l’estate scorsa prevedeva il divieto del consumo e l’asporto di alcol fuori dai locali. Per Bordoni l’obiettivo di "sensibilizzare i proprietari dei pubblici esercizi a una corretta somministrazione delle bevande alcoliche e al rispetto dell’ordine pubblico è stato raggiunto".

"Ora stiamo lavorando, d’accordo con le due associazioni di categoria, Confcommercio e Confesercenti, a un nuovo regolamento per il rilascio delle licenze dei pubblici esercizi, non più su parametri numerici ma qualitativi. Fra questi – spiega l’assessore – la convenzione con istituti di vigilanza per assicurare la tutela di avventori e cittadini”.

“Voglio infine ringraziare la polizia municipale e le forze dell’ordine per l’ottimo lavoro svolto in questi mesi nel controllo delle zone oggetto dell’ordinanza, dove comunque continuerà la vigilanza e l’attenzione”.

“L’intensificazione dei controlli sul territorio – ha aggiunto il sindaco di Roma, Gianni Alemanno – e la sensibilizzazione generale nei confronti degli eccessi di alcol ha dato ottimi risultati, che continueranno anche dopo la sospensione dell’ordinanza”. “Nel frattempo si è costituito un tavolo tecnico con le associazioni di categoria per individuare uno strumento di governance e per stilare un protocollo d’intesa sul decoro e la sicurezza partecipata”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti