Strade nuove, strade sicure… Contraddittorie storie dei “Prima e Dopo“

Uno per tutti l'esempio di viale della Primavera a Centocelle
Alessandro Moriconi - 17 Aprile 2019
Abitare A Settembre 2019

Era solo il mese di maggio del 2017. Il Comune di Roma spese allora oltre 430.000€ per rifare alcuni tratti di viale della Primavera a Centocelle.

La strada a a causa di una assenza pluriennale di manutenzione era ridotta a un vero e proprio pericoloso campo di battaglia. I soldi a disposizione non  consentirono di eseguire l’ottimo lavoro per tutta la superficie che andava da largo della Primavera a via Casilina.Quindi non vennero asfaltati ampi tratti dell’importante arteria ad alto scorrimento.

Nei giorni successivi, come ormai sistematicamente accade, grande tripudio di annunci sui network sostenuti da foto “sul prima e dopo“.

Una sorta di documento rivolto innanzitutto ai propri supporter, teso a dimostrare lo stato della strada ricevuto in via eredità dai precedenti amministratori e l’impegno profuso da “questa amministrazione” per renderle sicure.

Purtroppo viale della Primavera è un po’ iellato e accade che, a causa di un mancato scambio di informazioni tra gli uffici tecnici Comunali/Municipali e le Società di Pubblici Servizi come Acea Spa, ITALGAS, Telecom, ecc … la strada quando manca ancora un mesetto per festeggiare il biennio del suo parziale rifacimento venga nuovamente sventrata.

Questa volta per responsabilità dell’Italgas e per un ammodernamento della rete di distribuzione di cui tutti ma proprio tutti sono a conoscenza da anni.

Chi pagherà i danni?

Tranquilli, come sempre Pantalone, cioè noi.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti