Super Silvio – Da politico a gallo cedrone – Luigi dei cinque giorni – Se Sarmi si crede meglio di Napoleone… – Salvate la lobby politica

I Fatti e i Misfatti di luglio 2011 di Mario Relandini
Enzo Luciani - 7 Luglio 2011

Super Silvio

"Quattro o cinque al giorno non esageriamo – ha confidato a "Novella 2000" Umberto Scapagnini, medico personale del Presidente del Consiglio – ma Silvio può avere soddisfacenti rapporti sessuali sei giorni alla settimana".

Verosimile, se non altro per un fatto. Poiché il Presidente Berlusconi continua a ritenersi il Padreterno, il settimo giorno – anche se di altro – si riposa.

Da politico a gallo cedrone

"Io sono come il gallo cedrone – si è vantato, con un gruppo di amici, il vicepresidente di Fli Italo Bocchino – perché tutte le pollastrelle girano intorno a me e, alla fine, tutte a me finiscono".

Complimenti vivissimi a Italo Rodolfo Bocchino Valentino il quale – constatato che tanti presunti polli hanno smesso di girargli attorno come vicepresdente di Fli e, alla fine, in altri partiti sono finiti – non si è evidentemente scoraggiato e ha trovato consolazione nel sentirsi girare attorno intere, e magari presunte, moltitudini di stracotte pollastrelle. Con molta raffinatezza e con molto senso politico.

Luigi dei cinque giorni

"Riqualificherò i "Quartieri spagnoli" – ha fatto sapere il neosindaco di Napoli, Luigi De Magistris – in modo da uguagliarli alla Montmartre di Parigi".

Adotta Abitare A

Ottimo proposito. L’importante è che, come per la liberazione di Napoli dalle immondizie in strada, non "spari" di volerlo fare in cinque giorni.

Se Sarmi si crede meglio di Napoleone…

"Se al quarto giorno avesse rimesso le cose a posto come abbiamo fatto noi – si è compiaciuto Massimo Sarmi, amministratore delegato di "Poste italiane", dopo il caos di giugno agli sportelli di tutta Italia – Napoleone sarebbe ancora imperatore dei francesi".

Un momento, prego. Agli sportelli di "Poste italiane" in tutta Italia le cose, indubbiamente, sono tornate alla normale anormalità, ma sono state tutt’altro che rimesse – anzi, finalmente messe – a posto. Sarebbe sufficiente che l’amministratore delegato Massimo Sarmi andasse a mettersi in fila, un giorno qualsiasi, in un qualsiasi ufficio postale. Altro che meglio dell’imperatore Napoleone! Si accorgerebbe di non saper fare neppure il postino. E di meritare un esilio ben più lontano della lontana isola di Sant’Elena.

Salvate la lobby politica

"La manovra economica – così come presentata in Parlamento – peserà, tra l’altro, per sette miliardi e mezzo sulla sanità , per quasi quattro miliardi sulle pensioni e per 0,015 miliardi sui tagli alla politica".

Sarà interessante vedere se ci sarà, in Parlamento, qualche "politica" disposta a vergognarsi e a chiedere di rifare meglio i conti.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti