‘Svastichella’ in carcere

Arrestato l'uomo che il 21 agosto ha aggredito una coppia omosessuale davanti il Gay Village
A.M. - 25 Agosto 2009

Foto di GMT- Arresto – primo piano Sardelli- momenti di tensione con i fotografi 

E’ stato arrestato Alessandro Sardelli, il 40enne che nella notte tra il 21 e il 22 agosto ha aggredito una coppia omosessuale davanti il Gay Village. Il mancato arresto nei giorni scorsi aveva scatenato le reazioni di politici e cittadini. In totale disaccordo con la decisione di lasciare a piede libero l’aggressore era stato in particolare il primo cittadino che aveva innescato un botta e risposta con il procuratore della Repubblica di Roma Giovanni Ferrara. A mettere fine alla polemica è stato lo stesso procuratore che ha sollecitato la richiesta di custodia cautelare in carcere, arrivata la mattina del 25 agosto a firma del Gip Renato La Viola. Sardelli, soprannominato "svastichella", è stato arrestato nella sua abitazione al Laurentino 38, in questi giorni sotto stretta sorveglianza. Soddisfazione per il provvedimento da parte del Sindaco di Roma e dell’assessore Belviso. Ma anche preoccupazione per il clima di omofobia e intolleranza che si sta diffondendo nella capitale: "al di là della buona notizia dell’arresto – dichiara il presidente della Provincia Zingaretti – ora è necessaria una legge contro l’omofobia".

Intanto le vittime dell’aggressione e le loro famiglie ringraziano per la solidarietà ricevuta. In questi giorni – spiega il presidente dell’Arcigay Fabrizio Marrazzo- si è attivata una grande rete di solidarietà grazie alle organizzazioni gay e alle istituzioni, il cui sostegno è stato importante. L’attenzione dei media è stata fondamentale per portare alla luce questo ennesimo tragico episodio di omofobia".


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti