Laboratorio Analisi Lepetit

Svolta nelle indagini nel caso Cucchi

Indagati tre agenti penitenziari e tre medici
da Roma Notizie - 14 Novembre 2009

Arrivano ad una svolta decisiva le indagine sulla morte di Stefano Cucchi, il ragazzo 31enne deceduto in circostanze misteriose il 22 ottobre 2009. Sono stati infatti notificati sei avvisi di garanzia: "omicidio preterintenzionale" per 3 agenti penitenziari e "omissione di dovute cure" per tre medici del Pertini.

I familiari, subito dopo la morte del ragazzo, avevano pubblicato le foto dell’autopsia che mostravano un corpo martoriato e tumefatto. La violenza subita dal ragazzo era evidente e gli unici dubbi che rimanevano riguardavano il dove e il quando.

Dagli avvisi di garanzia si apprende quindi che secondo gli inquirenti Stefano fu pestato il 16 ottobre – all’indomani del suo arresto per possesso di droga e prima dell’udienza di convalida del suo fermo – nel sotterraneo del palazzo B della Città Giudiziaria di Roma, nel luogo dove sono ubicate le celle di sicurezza.

Da quanto si apprende il giovane sarebbe stato scaraventato a terra (con conseguente frattura dell’osso sacro) e sarebbe stato letteralmente prese a calci dai 3 agenti penitenziari.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti