Tanto tuonò che piovve

L'Assessorato Siciliano per le Politiche Agricole si è fatto bocciare i primi 31 Progetti dal Ministero competente, per circa 500 milioni di euro
GiProietti - 9 Ottobre 2021
E’ iniziato a succedere quanto tante volte abbiamo temuto: i progetti che gli Enti locali presentano per il PNRR sono inadegusti e non rispettano tutti i 23 criteri di ammissibilità.
L’Assessorato Siciliano per le Politiche Agricole si è fatto bocciare i primi 31 Progetti dal Ministero competente, per circa 500 milioni di euro.
Erano progetti fondamentali per risolvere gli annosi problemi relativi ai siti inquinati e allo sviluppo dei territori interni dell’Isola.
Il Governo e la Regione non si sono parlati abbastanza.
Le informazioni sui 23 criteri non sono pervenute.
Le strutture tecniche regionali sono insufficienti e inadeguate.
I 500 milioji andranno ad altri.
Tanto tuonò che piovve.
Speriamo che il vento della coesione e dell’efficienza spazzi via le nuvole e faccia tornare subito il sereno.
Ma subito, ché l’UE non aspetta.

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti