Tasse sui giochi: com’è cambiata la situazione

M. Q. - 29 Maggio 2020

Nel settore dei giochi l’aria che si respira non è affatto serena, di fatto il lock down ha danneggiato in particolar modo il settore.
L’accesso a sale gioco e macchinette fisiche è rimandato, in mancanza di altre disposizioni, al 14 giugno 2020.
Online, invece, il gioco ha subìto un forte incremento.
Tra le misure varate dal Governo a sostegno dello sport, anch’esso colpito, c’è però un provvedimento che fa discutere il mondo gli operatori del settore scommesse.

Il fondo “salva sport” tra plausi e polemiche

Con l’obiettivo di dare ossigeno allo sport, il Governo ha istituito il fondo “salva sport”, che però non ha accontentato proprio tutti. Si tratta, infatti, di un provvedimento che prevede la creazione di un fondo, realizzato con lo 0,50% degli incassi di scommesse sportive e virtuali. Se consideriamo che attualmente l’industria dei giochi è quasi del tutto immobilizzata, possiamo avere un’idea dell’impatto che ha avuto questa notizia su chi rientra nella categoria.

Stando all’indagine condotta da Eurispes è anche lo Stato a rimetterci, dato che per ogni mese di quarantena avrebbe perso circa 750 milioni di euro proprio per la chiusura delle sale da gioco. In aggiunta a ciò c’è un altro elemento rilevante e cioè il fatto che dal 1 gennaio 2021 il prelievo erariale sulle slot machine aumenterà dal 23,85% al 24%.

Il successo dei giochi online

Al momento l’unico dato effettivamente positivo per il settore riguarda la quantità di persone che in questo periodo si sono avvicinate all’intrattenimento virtuale. A favore di questa tendenza concorrono alcuni vantaggi che risultano agli occhi dei consumatori convenienti quando si tratta di gioco sul web. Parliamo cioè della possibilità di testare il gioco con demo gratuite, ma anche di usufruire dei bonus di vario tipo, come quelli che consentono di giocare senza versare denaro. Si tratta di solito dei cosiddetti “bonus di benvenuto”, che sono riservati ai nuovi iscritti.

Infatti, per usufruire dei migliori bonus per casino online bisogna conoscerli e per farlo gli utenti hanno a disposizione svariate risorse proprio in rete, dal momento che è possibile leggere recensioni e guide sui portali specializzati. In questo modo si diventa anche più sicuri e consapevoli del sito scelto per giocare.

L’utilizzo di smartphone e il fatto che i portali seri siano adeguati alla versione mobile è un altro fattore che influisce sul successo dei giochi sul web. Senza considerare che si tratta di piattaforme sempre più all’avanguardia, che sfruttano al massimo la tecnologia sia sul fronte grafico che in merito alla funzionalità.

Sta prendendo piede nel mondo dei giochi la realtà aumentata, che rende i giochi molto più coinvolgenti.
Ricordiamo, inoltre, che la possibilità di chattare con il croupier o interagire con altri giocatori rende il tutto ancora più realistico. Insomma l’obiettivo di chi gestisce questi portali è non far rimpiangere le sale da gioco, ma anzi riuscire a dare un surplus rispetto a queste ultime.

Forse tra qualche mese avremo un quadro più chiaro della situazione e capiremo se il boom che riguarda il gioco online possa apportare dei benefici all’intero settore ludico che, per la tassazione suddetta, subirà comunque delle perdite.

M.  Q.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti