Tempo di bilanci anche per il GSC Tor Sapienza Cerbiatto

I positivi risultati del glorioso gruppo sportivo che da ben 27 anni ricopre un ruolo di primaria importanza nel panorama ciclistico laziale
di E. A. - 8 Dicembre 2012

Il 2012 è quasi finito e l’anno nuovo è alle porte. E’ tempo di bilanci anche per il GSC Tor Sapienza Cerbiatto, sulla base di una valutazione il più possibile oggettiva di quanto fatto nell’anno solare che sta per concludersi.

Prima di tutto i risultati del team nel suo complesso, che hanno rappresentato quanto di meglio sa mettere in campo la determinazione e l’entusiasmo a partire dal presidente Enzo Annucci, il segretario Alberto Ficarelli e tutti i componenti di questo glorioso gruppo sportivo che da ben 27 anni ricopre un ruolo di primaria importanza nel panorama ciclistico laziale.

Spiccano nell’ordine, il primo posto (alla prima partecipazione) alla randonné Roma – S.Benedetto, il terzo gradino del podio (o forse sarebbe meglio dire primo, quantomeno per la sportività dimostrata) alla prima edizione della Gran Fondo di Roma, con la partecipazione di ben 39 atleti, al cospetto di oltre 5000 partecipanti e 211 squadre.

Il GSC Tor Sapienza non poteva certo mancare l’appuntamento con la XLII edizione della 9 Colli di Cesenatico, con ai nastri di partenza 25 atleti. Non meno importante e qualificata è stata la stagione cicloturistica con, in primis, l’organizzazione della XXXII edizione del Ciclopellegrinaggio del Santuario della Mentorella, con la collaborazione di Mons. Giambattista Mondin, evento che ha riscosso il plauso del Presidente del Fair Play Coni Italia Ruggero Alcanterini e il Presidente Onorario della Fci Lazio Bruno Vallorani.

Gruppo sportivo Tor Sapienza fa rima anche con solidarietà, spirito con il quale è voluto essere presente sia al cicloraduno Manieri & Ceccarelli in favore della Lega del Filo d’Oro, che all’altrettanto importante appuntamento nel mese di settembre a sostegno dei terremotati dell’Emilia, nella fattispecie del comune di Mirandola. Non è certo mancato l’impulso innovatore in questo 2012, che ha trovato la sua pratica realizzazione nella prima edizione della ciclo scalata del Gran Sasso, Monticchio – Campo Imperatore – Monticchio, con il prestigioso arrivo in solitario dell’amico Luca Arcangeli.

Ultimo, ma non meno importante, il 5° posto nella classifica per team alla 2^ edizione del circuito del Centro D’Italia, occasione nella quale il podio è stato mancato per una manciata di punti. Nell’ambito di questa manifestazione sono stati raccolti i risultati più lusinghieri a livello individuale: l’inossidabile Manfredo Asci ha vinto la categoria M8; nella stessa, Carlo Di Carlo ha conquistato la terza piazza. Nella categoria M2, ai piedi del podio ma con un sempre ragguardevole 4° posto, Luca Di Carlo.

Notevole comunque l’impegno e la presenza di parecchi rappresentanti del team tra cui spicca il simpaticissimo Roberto Stagnitto (autentico globetrotter della bici) con il suo 6° posto nella categoria M5 e ben 19 gare disputate!

Grandi complimenti ed un plauso alla “quota rosa” del Gruppo sportivo, con la presenza in tutti gli appuntamenti più importanti delle nostre Isabella Claudi e Luisa Lombardi. Purtroppo, a causa di un brutto incidente ad inizio stagione, la “capitana” Arianna Papi è stata costretta a lungo lontana dalla bici, ma con grande coraggio e forza di volontà ha saputo reagire e tornare in sella per il finale di stagione, cosa che sicuramente le permetterà di affrontare il 2013 con rinnovata fiducia per poter raggiungere quei traguardi che le competono e che l’hanno già vista protagonista in passato. Sta finendo il vecchio anno è già si cominciano a delineare quelli che saranno gli appuntamenti fondamentali del 2013: 9 Colli, Mentorella, Gran Sasso, Roma – S.Benedetto, GF di Roma sono solo alcune delle sfide che attendono il GSC Tor Sapienza ed i suoi atleti, come sempre presenti, da 27 anni, nel segno della continuità.

Nella Foto 1 Gran Fondo di Roma Campagnolo e nella foto 2 Cicloraduno  di solidarietà per i terremotati dell’ Emilia 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti