Terre amare di Salento in Campidoglio

Il convegno il 22 dicembre nella Sala del Carroccio
Enzo Luciani - 6 Dicembre 2009

Si terrà in Campidoglio, nella Sala del Carroccio, il 22 dic. 2009 alle ore 17,00.il Convegno "Terre amare di Salento".

Per l’occasione è stato istituito il “Premio Dolmen”, rivolto a coloro che contribuiscono alla valorizzazione e allo sviluppo della Terra d’Otranto. L’apposita Commissione sarà presieduta dal Dott. Antonio Conte, Presidente della Federazione Europea della Stampa Turistica e Presidente del Comitato Internazionale di Coordinamento dei Festivals del Film Turistico.

Interverranno:
Simona Manca, Vice Presidente e Assessore alla Cultura della Provincia di Lecce; Dr. Vincenzo Santoro, autore di varie pubblicazioni sulla cultura e
la musica tradizionale salentina, Responsabile Uff. Cultura, Sport e Politiche Giovanili dell’Associazione Nazionale dei Comuni d’Italia; Dr. Enzo Pascal
Pezzuto, regista; Dott. Augusto Giordano, giornalista RAI; On.le Alfredo Mantovano, Sottosegretario Ministero degli Interni, On.le Antonio Stampete, Vice
Presidente Commissione Consiliare Permanente Turismo del Comune di Roma; Cav. Luciano Fortunato Sciandra, Presidente del Centro Ricerche e Studi sulle Tradizioni; Antonio Russo, Presidente di “Salento Nostro”.

Presenterà la giornalista Antonella D’Onofrio.

Nel corso della serata verrà proiettato il documentario sceneggiato “Vino Amaro” scritto e diretto da Enzo Pascal Pezzuto, tratto da un articolo di
Vittorio Bodini, in cui il noto poeta ricostruisce le vicende della produzione vinicola salentina degli anni Cinquanta. La “nota amara” consiste
nel fatto che i salentini furono “spettatori e non compartecipi dei lauti guadagni ricavati dai produttori settentrionali”.Questi ultimi seppero
commercializzare il vino di Terra d’ Otranto usandolo per dar corpo al loro Chianti e Barbera.

Una formula milionaria, a discapito però dei salentini.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti