Tiburtina crime

Un arresto al giorno nella prima settimana di luglio sulla consolare romana
di Federico Carabetta - 8 Luglio 2011

Via Tiburtina 06/07/2011 – Sventata truffa a gioielleria.
E’ andata male alla giovane trentenne che con un complice si sono presentati in una gioielleria di via Tiburtina, hanno scelto gioielli del valore di 3000 euro e, al momento di pagare, hanno sfoderato una carta di credito rubata.
La cassiera, chiesto un documento di identità, si è accorta che c’era una macroscopica discordanza tra le generalità della carta di credito e quelle del documento esibito. E’ stato un attimo: il complice, accortosi che l’inganno era stato scoperto è uscito a precipizio dal negozio mentre la giovane veniva bloccata e consegnata ai Carabinieri della Stazione di Tiburtino III, che l’hanno arrestata con l’accusa di utilizzo fraudolento di carta di credito. Sono ora in corso ulteriori accertamenti, per l’identificazione del fuggitivo La giovane in stato di arresto sarà sottoposta al rito direttissimo.

Via Tiburtina: 07/07/2011 – Sventato furto ai danni di una concessionaria.
Durante la notte tre individui sono entrati in un autosalone sulla via Tiburtina tagliando una parte della recinzione. Attraverso il varco avevano fatto già passare due auto che si sarebbero involate se non fossero intervenuti i Carabinieri. Due del terzetto sono riusciti a fuggire, l’altro, un ragazzo di 23 anni, è stato arrestato dopo un inseguimento a piedi.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti