Tivoli. Controlli della Polizia al Centro Agroalimentare di Guidonia

Identificate 907 persone di cui 150 cittadini stranieri. Contrasto allo sfruttamento della manodopera clandestina
Enzo Luciani - 30 Settembre 2011

Prosegue la sinergia con le altre Istituzioni che concorrono nei controlli nell’area del "Cargest”, Centro Agroalimentare di Guidonia, punto nevralgico nella fase di distribuzione dei generi alimentari per il mercato della regione Lazio.

I poliziotti del Commissariato di Tivoli, diretto dal dr. Giancarlo Sant’Elia, con la collaborazione della Polizia Stradale, Polizia Provinciale e della Polizia Comunale, hanno effettuato verifiche e controlli per il contrasto allo sfruttamento della manodopera clandestina.
Gli stranieri alla ricerca di lavoro, con mansioni di carico, scarico e trasporto delle merci, gravitano quotidianamente nell’area del Cargest.

Nel corso delle verifiche sono stati 150 i cittadini stranieri, prevalentemente di nazionalità egiziana sottoposti a controllo. 30 di essi sono stati accompagnati presso l’Ufficio Immigrazione della Questura per l’identificazione, in quanto sprovvisti di documenti.
In totale sono state 907 le persone identificate e 795 i veicoli sui quali sono state effettuate delle verifiche.
Sono 148 le contestazioni per violazioni al codice della strada, tra cui 9 irregolarità che hanno portato al ritiro delle patenti ed al sequestro di 3 veicoli.
Per altri 33 veicoli invece è stata disposta la sospensione della circolazione per omessa revisione.
Un autotrasportatore è stato denunciato in stato di libertà per violazioni relative al trasporto e smaltimento dei rifiuti urbani.

Le verifiche, finalizzate alla prevenzione delle forme di illegalità, con particolare attenzione rivolta alla immigrazione clandestina ed alla sicurezza stradale, senza trascurare il rispetto della normativa sul lavoro, proseguiranno nell’ambito della pianificazione della Questura nelle prossime settimane.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti