Tor Tre Teste ancora sommersa dai rifiuti

Enzo Luciani - 9 Gennaio 2019
Centocelle, l’evoluzione dell’imprenditoria locale

Una situazione di emergenza rifiuti del genere è difficile da ricordare, anche tra chi vive o ha vissuto a Tor Tre Teste per tanti anni.

Molti residenti non sanno più a chi rivolgersi e continuano ad inviarci segnalazioni.

Nonostante addetti Ama fossero entrati in azione prima del rientro a scuola in piazzale Appio Chieregatti e ieri 8 gennaio 2019 nella prima parte di via Lepetit, nel resto del quartiere rimangono ancora numerosi i cumuli di rifiuti, come ad esempio in via Lepetit all’altezza del civico 213 e in tutta via dei Berio.

Via Lepetit 213 il 9 gennaio (foto Alessia)

Via Lepetit l’8 gennaio (foto Giusy)

Via dei Berio il 9 gennaio (foto di Raoul)

A largo Appio Chieregatti, poco dopo l’intervento straordinario degli addetti Ama è accaduta una cosa che è bene segnalare, perché situazioni così degradanti non sono da ascrivere totalmente alle responsabilità dell’azienda.
Se dopo giorni di emergenza tu cittadino ti permetti di lasciare vicino ai cassonetti, e in questo caso vicino all’ingresso di una scuola, dei materassi e la struttura di un divano letto (quando esiste anche un servizio gratuito offerto dell’Ama di ritiro davanti al portone di casa dei materiali ingombranti) allora sei come minimo un incivile.

La foto denuncia di Franco

Spesso sono le ditte improvvisate di traslochi (o svuotacantine) a compiere questi scempi quindi consigliamo caldamente di rivolgersi sempre a professionisti.
Invitiamo anche chi fosse in una posizione di sicurezza per poter scattare foto o video mentre questi criminali insudiciano la città ad immortalarli e poi girare il materiale ai Pics Ambiente che possono avviare indagini e spesso riescono a rintracciare i colpevoli.

AGGIORNAMENTO

Finalmente, almeno in via Roberto Lepetit, nella mattinata del 10 gennaio gli addetti Ama hanno sanato la situazione.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti