Torna il bigliettaio sugli autobus di Roma?

Intervistati 2059 cittadini romani. Rivogliono la cara vecchia figura del ‘fattorino’ dell’autobus
di Serenella Napolitano - 14 Ottobre 2009

1-2-3-4 Quattro "torte" del sondaggio sul bigliettaio

Si è tenuta il 13 ottobre 2009 presso l’associazione Civita a Piazza Venezia, la conferenza stampa in cui il Presidente della Commissione Turismo e Moda del Comune di Roma Alessandro Vannini Scatoli ha presentato i risultati del sondaggio sul ripristino del bigliettaio sui mezzi pubblici romani .

“In passato la figura del bigliettaio è stata impersonata dal grande Aldo Fabrizi che nel celebre film Avanti c’è posto, descriveva la realtà degli anni 40 mentre svolgeva il suo lavoro nella Roma della grande guerra. Dal 1960 questa figura è praticamente scomparsa dai mezzi pubblici romani. Certamente l’aspetto nostalgico ha la sua importanza nella vita del cittadino, ma fattori principali sono cercare di risolvere il problema dell’evasione del ticket, impedire il danneggiamento delle vetture e sicuramente creare l’opportunità di nuovi posti di lavoro” questo quanto ha dichiarato l’assessore Vannini, che ricordando con nostalgia i tempi andati ha presentato questo nuovo piano che ricade nel progetto ‘Accoglienza nella trasparenza’. Progetto che verrà presentato in commissione e supportato affinché le teorie vengano trasformate in realtà. “Attraverso il sondaggio abbiamo capito che i cittadini rivogliono il bigliettaio – continua Vannini – E noi continueremo la battaglia per istituire questa figura sull’autobus. La volontà del cittadino è quella per cui siamo stati eletti”.

Il sondaggio è stato realizzato con lo scopo di conoscere l’opinione dei cittadini romani su questa figura professionale ormai dimenticata a Roma ma che in altre città europee, come Amsterdam, ha fatto aumentare nel corso degli anni gli introiti derivanti dai titoli di viaggio.

Ha spiegato Bruno Poggi dell’Osservatore Ermes, che tale sondaggio è stato realizzato tra giovedì 8 e sabato 12 ottobre, tra le 18.30 – 21.30 su un campione di persone (2.509) dai sedici anni in su e ben l’85% degli intervistati rivuole il bigliettaio. “Per un maggiore sicurezza e anche per evitare che salgano tante persone quando il bus è super affollato” spiega Poggi riportando le parole degli intervistati.

Alla conferenza ha partecipato il Presidente della Commissione Mobilità del Comune di Roma, Antonello Aurigemma che ha dichiarato: “È il primo di una serie di sondaggi che andremo a fare. Roma è l’unica capitale europea dove la gente non usa i mezzi pubblici. Bisogna, quindi, trovare delle soluzioni. Il trasporto pubblico su Roma deve essere efficiente, non solo per i cittadini romani ma per i tanti turisti che ogni giorno visitano la nostra città”

L’esperimento partirà dal centro, dove è maggiore l’affluenza degli utenti e se tutto procederà bene, furbi e non furbi faranno di nuovo i conti con il bigliettaio.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti