Torpignattara. ‘Festa del verde pubblico’ al Parco Giordano Sangalli

Domenica 16 dicembre iniziative ispirate al tema della tutela e della gestione condivisa delle aree verdi pubbliche
di Ambra Di Chio - 17 Dicembre 2012

Il Parco Giordano Sangalli di Torpignattara, domenica 16 dicembre, ha ospitato iniziative ispirate al tema della tutela e della gestione condivisa delle aree verdi pubbliche.

Questo evento rappresenta il primo di una serie di appuntamenti che saranno promossi nell’ambito di un nuovo modello di “innovazione sociale dal basso”, presentato ad ottobre nel corso della “Smart City Exhibition” di Bologna. 

La “Festa del verde pubblico” è stata resa possibile grazie all’impulso di numerose realtà di Cittadinanza Attiva, tra cui: Città della Mamme Onlus, il Comitato di Quartiere di Torpignattara, le Associazioni “Bianco e Nero” e “Filoverde”, i volontari della Guardia Nazionale Ambientale ed il Circolo Sandro Pertini.

Nella mattinata, gli abitanti della zona hanno dimostrato di condividere appieno lo spirito che anima il progetto, collaborando alle operazioni di pulizia del parco con gli strumenti messi a disposizione dall’AMA.

Una particolare attenzione è stata riservata ai più piccoli, con l’allestimento di laboratori dedicati all’interazione con i cani (Comitato Quattro Zampe) ed altri sulle potenzialità del riciclo (come quelli di Cemea del Mezzogiorno Onlus) basati sul concetto che si può donare una nuova vita ai materiali di scarto, trasformandoli ad esempio in giocattoli.
Il ricco programma della giornata ha previsto anche una visita guidata all’Acquedotto Alessandrino, realizzata da Ilenia Gradante dell’Associazione Nazionale Archeologi.

In piena atmosfera natalizia non potevano certo mancare i mercatini, come quello del “Baratto dei popoli migranti” che rappresenta soltanto una delle tante sfaccettature del Festival itinerante Karawan (www.karawanfest.it) nato con l’intento di descrivere i temi dell’immigrazione e dell’integrazione tra culture diverse in un’ottica gioiosa e di festa.
Inoltre, i partecipanti sono stati invitati ad offrire attivamente il loro contributo sulla questione degli spazi verdi comuni, prendendo parte ad appositi tavoli di lavoro, per far emergere proposte ed osservazioni che saranno poi portate all’attenzione delle Autorità Locali e degli esperti in materia, in un successivo incontro pubblico.
 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti