Tovaglioli e programmi – Ritorno alle origini – Questione di Toti – Operatori di assenze ingiustificate – Sfregi

Fatti e misfatti di novembre 2012 di Mario Relandini
di Mario Relandini - 5 Novembre 2012

Tovaglioli e programmi 

"Silvio Berlusconi – una settimana fa in un ristorante di Montecatini – ha vergato e sottoscritto, su un tovagliolo, lo schema della prossima campagna elettorale del Pdl"

Su un tovagliolo e non su un documento ufficiale? Sì. Il tovagliolo, però, era di raso.

Dar Ciriola asporto

Ritorno alle origini

"L’unico degno di succedere a Giorgio Napolitano quale Capo dello Stato – ha urlato, questa volta, Beppe Grillo – è Antonio Di Pietro".

Beppe Grillo, evidentemente, sta ritornando un comico.

Questione di Toti

"Voi dite che io andrò a guadagnare 14 mila euro mensili alla Regione Sicilia – ha sbeffeggiato alcuni giornalisti il neoeletto, con i voti di papà, Toti Lombardo – non lo so, ma non mi interessa: io non ne ho bisogno, vivo molto bene del mio".

Ma come fa a vivere molto bene del suo, il Toti, se ha appena 24 anni e ancora studia all’Università? Due, allora, le cose. O il Toti l’ha sparata grossa e, in realtà, non vede l’ora di mettersi in tasca il ricco appannaggio regionale. Oppure il Toti, a differenza dell’eroico Enrico che scagliò via la sua stampella contro il nemico, vive molto bene di suo perché continua a tenersi ben stretta la stampella dell’amico papà Raffaele. Il quale – come noto non solo in Sicilia – "assai picciuli avi" (molto denaro possiede).

Operatori di assenze ingiustificate

"Diciannove operatori ecologici di Castellammare di Stabia – ha calcolato la Procura di Torre Annunziata – si sarebbero assentati ingiustificatamente, fino ad oggi, per un totale di ventitremila ore".

Conseguenze? Due. Una è che queste assenze hanno comportato un esborso non giustificato e un servizio al peggio in danno dei cittadini. L’altra è che, di fronte a mancanze così gravi, ai diciannove operatori ecologici dal "caffé lungo" non è arrivata alcuna sanzione seria. Sono arrivate, sì, 83 contestazioni disciplinari, ma, a Castellammare di Stabia, tutti già sanno che queste contestazioni rimarranno tranquillamente lì. Come la "munnezza" per le strade. E le assenze ingiustificate senza pena.

Sfregi

"Il signor Giovanni Tomassoni – si è saputo – ha ricevuto, mentre era fuori casa, la visita dei ladri".

Ma dov’è, oggi come oggi, la notizia? La notizia, infatti, è un’altra. E’ che il signor Giovanni Tomassoni, al Comune di Verolanova, è assessore alla sicurezza.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti