Trionfo etiope alla 23ª Maratona di Roma

Vincono Shura Kitata Tola e Rahma Chota Tusa. Tra gli Atleti Paralimpici Alex Zanardi al sesto Trionfo. Annalisa Minetti chiude la sua prima maratona in 3:47:13
Aldo Zaino    - 3 Aprile 2017

Nonostante la pioggia battente la 23ª edizione della Maratona di Roma si è conclusa con un trionfo etiope e un grande successo di pubblico e di concorrenti.

Alla partenza  da via dei Fori Imperiali per la competitiva di 42 km 16.000 atleti proveniente da 131 nazioni  (al traguardo 13.312).

Al termine della stracittadina  Roma Fun Run, di 4 chilometri una festa di 60 mila partecipanti, i primi al traguardo sono stati il 15enne Federico Nobili e la 45enne Giovanna Ungania.

L’etiope Shura Kitata Tola una volta raggiunto Piazza Venezia e avendo il traguardo a portata di mano, pur non avendo inseguitori alla spalle, con uno sprint ha percorso gli ultimi centinaia di metri fra gli applausi del pubblico presente aggiudicandosi la 23ª edizione dell’Acea Maratona di Roma con il tempo di 2h07’30” e sfiorando quindi il record della corsa.

Tutt’altra immagine per la vittoria di Rahma Chota Tusa, che a fatica ha corso gli ultimi chilometri. L’etiope ha stretto i denti concludendo la gara in 2h27’23” e bissando la vittoria dello scorso anno.

Sbandata nella curva finale di Alex Zanardi, che ha così rischiato fino all’arrivo coronato dal suo sesto successo a Roma, in un tempo di 1:10:06 che è incredibile, viste le avverse condizioni meteo.

Il primo italiano al traguardo è stato il 42enne Ahmed Nasef marocchino di nascita ma monzese da quasi vent’anni. Nasef   che gareggia per l’Atletica Desio, ha tagliato il traguardo in 2h16’42” posizionandosi al 7° pesto fra gli assoluti.

Fra le donne: la fortissima 29enne atleta romana Eleonora Bazzoni, che si allena nel parco e nell’impianto Nori di Tor Tre Teste, con un sprint finale come è suo solita fare, ha conquistato il primo posto tra le atlete italiane e  la decima posizione nella classifica generale con il tempo di 2h45’37” .

L’ultima partecipante che ha tagliato il traguardo si chiama Carla Cofini, romana di 63 anni. Il suo crono finale è stato di 7:24:48. Penultimo, Vincenzo Longobardi, della Podistica Tor Tre Teste, che ha marciato insieme con l’amico Vincenzo Luciani.

Il segnale di partenza alla 23ª edizione della Maratona di Roma è stato dato da Virginia Raggi  sindaco di Roma, Coadiuvata da Enrico Castrucci presidente della Maratona di Roma, Marcello De Vito presidente  dell’assemblea Capitolina, per il Coni Giovanni Malagò. Complimenti allo speaker tradizionale della Maratona Romana Ludovico Nerli Ballati, autore di una radiocronaca instancabile dell’intera gara.

Storie e personaggi

Annalisa Minetti, cantante, attrice e atleta paralimpica non vedente (bronzo a Londra 2012 nei 1500), correva a Roma la sua prima maratona. Ha tagliato il traguardo con il tempo di 3:47:13, stabilendo il nuovo record europeo sulla distanza per la categoria T11. “I sampietrini per me sono stati devastanti, ma mi sono divertita tanto e sono felice di averla finita con tanto di record europeo”, ha dichiarato l’atleta.

Michael Kalomiris, l’avvocato greco che corre per passione e che nel 2015 con l’8° posto di Roma conquistò la convocazione per la maratona olimpica di Rio de Janeiro 2016, ha concluso 16° in 2:29:39. Un tempo praticamente identico al 2:29:23 che gli permise di coronare un sogno due anni fa.

Simone Raineri, uno dei più forti atleti della storia del canottaggio italiano, un oro e un argento olimpici nel 4 di coppia, ha corso in 3:24:56.

Nella sfida tra i due consiglieri comunali di Roma, Angelo Diario ha avuto la meglio con l’eccellente tempo di 3:00:30, ma anche Enrico Stefàno ha concluso la sua fatica in 3:36:42.

Daniele Alimonti, il 52enne romano che a febbraio ha vinto la Mille Miglia di corsa ad Atene, è arrivato dopo 4:29:24.

Ettore Scardecchia, di Grottaferrata, è stato il primo atleta romano al traguardo: 11° in 2:26:20. Poco dietro di lui il “mitico” Giorgio Calcaterra, che ha corso la duecentesima maratona in 2:33:07 (26°). La prima donna romana è stata Eleonora Bazzoni (10° in 2:45:07).

Angelo Squadrone, il più anziano in corsa con i suoi 88 anni compiuti, ha corso in 6:41:47.

Marinella Satta è riuscita nell’impresa di correre l’ìntera maratona in 7:02:01 palleggiando con due palloni da basket.

Sono queste le immagini che resteranno della 23ª Acea Maratona di Roma.

La 24ª edizione si  disputerà il 8 aprile 2018.

 

Le Classifiche

UOMINI

1. Shura Kitata Tola (ETH) 2:07:30

2. Dominic Kipngetich Ruto (KEN) 2:09:10

3. Benjamin Kipngetich Bitok (KEN) 2:09:16

4. Mathew Kipsaat (KEN) 2:09:19

5. Werknesh Aboye Seyoum (ETH) 2:09:27

6. Solomon Lema Biratu (ETH) 2:12:18

7. Ahmed Nasef (ITA) 2:16:42

8. Carmine Buccilli (ITA) 2:19:35

9. Stanley Kipketer Bett (KEN) 2:24:43

10. Filip Vercruysse (BEL) 2:26:02

 

DONNE

1. Rahma Chota Tusa (ETH) 2:27:23

2. Mestawot Shankutie Tadesse (ETH) 2:31:41

3. Abeba Tekulu Gebremeskel (ETH) 2:32:08

4. Beatrice Chelagat Cherop (KEN) 2:32:21

5. Halima Hussen Kayo (ETH) 2:35:01

6. Konjit Biruk Tilahun (ETH) 2:35:38

7. Wude Yimer Ayalehu (ETH) 2:36:04

8. Meskerem Hunde Abera (ETH) 2:37:56

9. Alemitu Lema (ETH) 2:40:18

10. Eleonora Bazzoni (ITA) 2:45:37

 

HANDBIKE

1. Alessandro Zanardi (ITA) 1:10:06

2. Mauro Cratassa (ITA) 1:24:17

3. Christian Giagnoni (IT

 

 

 

Macelleria Colasanti

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti