Truffe, non aprite quella porta!

Unione Nazionale Consumatori denuncia truffe da parte di falsi agenti porta a porta
Enzo Luciani - 21 Febbraio 2013
“Vecchio trucco, soliti inganni: in nome della convenienza suonano alla porta proponendo offerte telefoniche, promozioni e sconti in bolletta, basta una ‘firmetta’ per assicurarsi vantaggi fantasmagorici, ma poi iniziano i problemi”. E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori (http://www.consumatori.it), commentando l’ennesima richiesta di aiuto giunta agli sportelli dell’associazione da parte di consumatori caduti nella trappola.   “Una firma su un qualsiasi modulo può avere conseguenze inimmaginabili”, afferma l’avvocato Dona (segui @massidona su Twitter) che prosegue: “questi addetti alla vendita porta a porta, infatti, quando suonano al campanello, non ci daranno tregua finché non avranno ottenuto la nostra sottoscrizione a costo di raccontare sommariamente i dettagli dell’offerta giungendo a dichiarare che non comporterà nessun obbligo; in realtà, spesso, si tratta di un contratto a tutti gli effetti con il quale si autorizza una società, di cui forse non si conosce neanche il nome, ad emettere fatture al posto del vecchio gestore”.   “E’ sempre bene diffidare da questo tipo di visite -conclude Massimiliano Dona- e firmare soltanto dopo essersi fatti rilasciare una copia utile ad acquisire piena consapevolezza dei contenuti economici del contratto che ci viene sottoposto: solo in questo modo sarà possibile evitare brutte sorprese”.    

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti