Tutte le novità sulla Pineta di Villa Massimo

Dal Comitato per la difesa della pineta
Riceviamo e pubblichiamo - 29 Settembre 2011

La situazione della Pineta di Villa Massimo, da questa estate, si è movimentata, dopo un anno di nostre rincorse affannose a cercare di contrastare gli atti di approvazione, del servizio giardini, di progetti di manomissione della pineta.

Per la Pineta di Villa Massimo sembra essersi iniziato il percorso per:
– l’eliminazione di illegittimità e abusi;
– la realizzazione di quanto previsto dalla convenzione punti verdi qualità in atto;
– la ripiantumazione dei pini tagliati;

I fondi raccolti tra i cittadini hanno permesso far fronte all’avviamento delle azioni legali, ma sono quasi finiti. E’ necessario un ulteriore contributo per affrontare le spese prossime e future (TAR, tribunale civile, periti giudiziari e di parte, etc.)

Il Direttore del Servizio Giardini e il Direttore del Dipartimento Ambiente hanno emesso degli atti.

1- il 22.06.2011 (prot.QL43296) il Direttore del Servizio Giardini ha chiesto ai concessionari l’apposizione ai cancelli dei previsti cartelli indicatori (servizi gratuiti e pagamento ed in particolare di un wc pubblico);
2- il 26.07.2011 (prot.QL51682) il Direttore del Servizio Giardini ha chiesto al concessionario l’istallazione degli arredi previsti in convenzione;
3- il 28.07.2011 (prot.QL52410) il Direttore del Dipartimento Ambiente ha comunicato al concessionario l’avvio di un procedimento di autotutela ai sensi dell’art.7 legge 241/90;
4- il 28.07.2011 (prot.QL51684) il Direttore del Servizio Giardini ha scritto, al Presidente del Municipio III, chiedendo la verifica degli spazi occupati dal punto di ristoro e dalle giostre;
5- il 01.08.2011 (prot.QL53038) il Direttore del Servizio Giardini ha confermato che non sono emersi atti relativi al collaudo delle opere realizzate nella pineta di villa massimo per la convenzione in atto;

A seguito degli atti citati il concessionario ha fatto degli interventi nella pineta.
Da agosto:
– l’erba viene tagliata,
– sono stati tolti i ceppi degli alberi tagliati;
– sono state create e innaffiate aree erbose;
– sono stati messi alcuni dei giochi gratuiti previsti dalla convenzione,

Le azioni legali che abbiamo iniziato sono:

– Atto di significazione e diffida (luglio 2010)
– Giudizio pendente presso il TAR del Lazio (luglio 2010)
– Istanza al Tribunale Civile per nomina di un perito del tribunale per l’accertamento di quanto realizzato nella Pineta di Villa Massimo (settembre 2011)
– Esposto alla Corte dei Conti del Lazio (luglio 2011)
– Puntualizzazioni e richieste al dirigente dei vigili del Municipio III (aprile 2011)
– Richiesta di partecipazione al procedimento di autotutela del Comune di Roma (settembre 2011)

Adotta Abitare A

Per informazioni su come sostenere il Comitato contattare l’indirizzo di posta elettronica: Comitatovillamassimo<at>gmail.com

Comitato per la difesa della pineta di Villa Massimo



Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti