Un altro sequestro di stupefacenti a S. Basilo

Enzo Luciani - 13 Febbraio 2013

Dopo la maxi operazione di domenica scorsa a San Basilio, un altro intervento anti droga della Polizia nel quartiere ha portato al sequestro di stupefacenti e all’arresto di un pusher.

A finire in manette, nella mattinata di ieri, C.A., 20enne romano, ad opera degli agenti del Commissariato di zona, diretto dal dr. Adriano Lauro,  al quale sono stati sequestrati quasi 100 grammi di cocaina ed altrettanta marijuana, oltre a bilancini di precisione e tutto l’occorrente per il confezionamento delle singole dosi.

Il sequestro ed il conseguente arresto nascono dal continuo monitoraggio effettuato dagli agenti del Commissariato S. Basilio nella zona di propria competenza. Proprio durante il servizio effettuato ieri mattina in uno dei tanti comprensori di case popolari presenti,  le unità cinofile impiegate hanno fornito un prezioso aiuto, conducendo gli agenti fino ad un vano cantine. Individuato il possibile nascondiglio dello stupefacente è scattata la perquisizione.   Nell’abitazione del 20enne è stata rinvenuta la chiave della cantina, all’interno della quale è stato trovato il materiale sequestrato. Per lui, al termine delle indagini, è scattato l’arresto.   Altra operazione contro lo spaccio di droga è stata effettuata ieri al Pigneto. In via Ascoli Piceno gli agenti del Commissariato Porta Maggiore, durante il quotidiano servizio di pattugliamento, hanno notato due stranieri “armeggiare” con un involucro di carta argentata, estratto dal giubbotto di uno dei due e appoggiato sulla sella di uno scooter parcheggiato. Resisi contro della presenza dei poliziotti, i due hanno cercato di darsi alla fuga lasciando l’involucro sul motociclo, ma sono stati subito bloccati. Quanto rinvenuto è risultato contenere marijuana, per un peso di circa 15 grammi.   I due, identificati per F.K. e Z.A., entrambi algerini, di 31 e 29 anni, sono stati condotti in Commissariato dove, una volta all’interno, hanno cercato di divincolarsi per fuggire, ingaggiando con gli agenti una breve colluttazione nel corso della quale hanno danneggiato anche alcune suppellettili del Commissariato. Al termine, pertanto, F.K. è stato arrestato per rispondere di detenzione al fine di spaccio di sostanze stupefacenti. Gli altri reati di cui dovrà rispondere sono violenza, resistenza e lesioni a p.u., e danneggiamento dello stato, reati, questi ultimi, per i quali è finito in arresto anche  Z.A.

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti