Un esempio di inciviltà in via Lemonia

Distrugge un’auto parcheggiata, lascia un numero di telefono falso e sparisce
Enzo Luciani - 20 Settembre 2012

Il proprietario di una Renault Twingo, nel pomeriggio di mercoledì 19 settembre 2012, non si aspettava certamente, dopo aver parcheggiato regolarmente la sua vettura in via Lemonia all’altezza della chiesa di San Policarpo e del supermercato PAM, di ritornare, dopo aver fatto alcune compere nel negozio di Cossuto, e trovare la propria auto praticamente distrutta.

Oltre al danno, anche la beffa: il responsabile del sinistro (guidatore di una Smart blu anch’essa evidentemente danneggiata, tanto da abbandonare sul posto il paraurti anteriore) aveva lasciato, sul parabrezza della Twingo, un foglietto di carta contenente un numero di cellulare che, come era da prevedersi, risultava intestato ad un’anziana signora di Milano, la quale evidentemente non ha gradito la telefonata dell’inferocito proprietario della Renault.

Al povero malcapitato non è restato altro che chiedere informazioni tra i pochi passanti che avevano assistito alla scena (nessuno di loro si era però preoccupato di prendere il numero di targa della Smart blu), ottenendo solo risposte vaghe (sul tipo di vettura e sull’apparente età del guidatore della Smart, che dovrebbe essere un giovane sui trent’anni, alto e senza capelli) e non decisive ai fini dell’identificazione del pirata della strada.

Solo dopo 45 minuti sono giunti sul posto i vigili del X Gruppo, che hanno provveduto a verificare i danni e stendere il relativo verbale. La vittima del sinistro, prof. Francesco Sirleto, proprietario della Twingo targata CK 846 JN, rivolge un appello a chiunque sia in grado di fornire informazioni atte ad identificare l’incivile guidatore della Smart, telefonando al suo cellulare 3396256087.

Speriamo che questo atto di inciviltà e di irresponsabilità non rimanga privo di conseguenze per il suo autore. 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti