Un nuovo distributore di carburanti in via di Tor Tre Teste a 10 metri dalle abitazioni

Inevase da mesi le richieste del CdQ di notizie in merito al progetto da parte Presidente del V municipio. Partono gli esposti
Alessandro Moriconi - 18 Agosto 2020

Noi come AbitareA Notizie già con una Diretta Video di ben undici mesi fa avevamo documentato un inconsueto movimento terra. Fatto senza nessun cartello esposto e poi misteriosamente richiuso. Altri documenti tra video e foto li abbiamo fatti prima del Ferragosto. E il 12 agosto Luigi Pucci, Presidente del CdQ,, stanco anche delle evasive risposte in merito al progetto e pressato dalle proteste e dalle paure dei residenti, ha preso carta e penna iniziando a firmare esposti.

“In data 12 agosto 2020 – annuncia Pucci -ho denunciato a varie Istituzioni sia del Campidoglio che del nostro Municipio V una contestazione per la costruzione di un distributore di benzine in via di Tor Tre Teste.

Ed ecco la lettera del Presidente del CdQ Luigi Pucci

Decathlon Prenestina saluta

“COMITATO DI QUARTIERE DI TOR TRE TESTE RECLAMA CONTRO LA COSTRUZIONE DI UN DISTRIBUTORE DI BENZINA SITUATO A SOLI 10 METRI DALLE PALAZZINE ESISTENTI.
I residenti di Tor Tre Teste contestano la costruzione di un distributore carburanti a soli 10 metri da alcune abitazioni, situate in via di Tor Tre Teste ed a pochi metri di distanza dalla stessa strada. Il Presidente del Comitato di Quartiere sei mesi fa chiedeva sia all’assessorati che al presidente del Municipio V, se era veramente prevista questa costruzione le risposte furono molto evasive e sembrava che non ci fosse stata nessuna previsione in merito.

Faccio presente che l’art. 13.2 lett. f) dell’allegato A del d.p.r. 24 ottobre 2003, n. 340, fissa la distanza di sicurezza dalle strade dall’impianto di distribuzione carburanti e GPL dalla strada, tale distanza minima di sicurezza dalle strade e dalle abitazioni nell’interesse pubblico che la norma regolamentare intende tutelare: tutto ciò per prevenire gli incendi e garantire la sicurezza di persone e cose dai rischi derivanti dalla possibilità di incendio.

Tale interesse è espresso chiaramente dall’art. 2 del d.p.r. n. 340/2003, il quale precisa, altresì, che le regole concernenti la realizzazione e la gestione degli impianti stessi, ed è proprio la necessità di garantire tali condizioni di sicurezza e di prevenire il rischio di incendi che costituisce la previsione di cui all’art. 6.2. del d.p.r. 340/2000, che non consente la deroga alle prescrizioni in materia di distanze di sicurezza esterna e quindi neanche a quella che prevede la distanza di sicurezza tra l’ impianto, la strada e le abitazioni.

L’obbligo di rispetto delle distanze stabilite sono necessarie a preservare le vicine abitazioni da ogni situazione di pericolo alla salubrità e alla sicurezza. L’art. 890 c.c, prevede che un distributore non può stare vicino al confine dell’abitati, anche se si trova un muro divisorio, pertanto non è ammesso fabbricare forni, camini … e simili, o vuol collocare materie umide o esplodenti o in altro modo nocive per emissioni di gas, ovvero impiantare macchinari, per i quali può sorgere pericolo di danni, deve osservare le distanze stabilite dai regolamenti, pertanto necessarie a preservare tutte le abitazioni vicine da ogni danno alla solidità, salubrità e sicurezza.

Questa norma regolamenta ed impone tale misura di sicurezza al fine di creare una zona di protezione nei confronti della collettività e dei terzi a fronte del pericolo di rilascio accidentale di incendio e di esplosione.

Il Comitato di Quartiere di Tor Tre Teste presieduto dal sottoscritto Pucci Luigi promette battaglia e annuncia il ricorso al Tar con richiesta immediata di sospensiva.

Noi chiediamo solo il rispetto del luogo a livello ambientale e della salute degli abitanti che ci abitano, inoltre chiediamo agli assessorati competenti sia del Comune e del Municipio V di Roma la sospensiva di tale mancanza di rispetto per i cittadini di Tor Tre Teste.

Nella speranza che questa mia contestazione venga presa in massima considerazione, invio i miei dati così da poter avere una risposta in merito nel più breve tempo possibile.
Grazie Luigi Pucci “


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti