Un primo buon intervento per la cura del Montarozzo a Tor Tre Teste

Enzo Luciani - 29 Maggio 2019
Abitare A Ottobre 2019

Atmosfera surreale oggi 29 maggio 2019 in via Davide Campari altezza civici 100-130 dove si è formato un capannello di residenti increduli nell’osservare una bella squadra del servizio giardini, almeno 8 uomini (di cui 6 molto esperti), con trattore, tagliaerba e attrezzature varie impegnata duramente nell’opera tanto ma tanto ma tanto attesa di ripulitura del “montarozzo”.

La selva ora è stata curata, le auto possono dalla stradina immettersi in via Campari godendo di una visibilità adeguata. Si rimane ora in attesa delle potature dei rami più alti, pericolosi per le vicine abitazioni e per chi vi cammina sotto, perché per questo tipo di operazione è necessario un altro tipo di mezzo per il quale è stata richiesta l’autorizzazione ma che evidentemente ancora non è stato possibile concedere.

Su Facebook si è creato una disputa tra chi ritiene di aver avuto il merito di questa operazione. Noi pensiamo che tutti si siano a modo loro impegnati però rimangono inaccettabili due cose: è grave che tempo fa un funzionario del Servizio Giardini municipale avesse detto all’assessore all’ambiente che questa area non fosse del Comune (cosa che assolutamente non poteva essere) e ci dispiace che alcuni residenti si trasformino in tifosi politici su situazioni del genere. Quando alcuni loro diritti non sono rispettati è sempre doveroso e irrinunciabile protestare per esigerli.

Comunque il 29 maggio 2019 sarà proprio una data memorabile per Tor Tre Teste perché questo del Montarozzo non è stato l’unico intervento positivo nel quartiere. Infatti, incredibile coincidenza, a poche centinaia di metri sono iniziati i lavori (anch’essi attesi a lungo) per la costruzione del playground di via Falck.

Alleluja!


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti