Un successo il saggio di Natale della terza F dell’IC Angelica Balabanoff

Il 18 dicembre 2018, alle ore 11, presso la Biblioteca Vaccheria Nardi
Henos Palmisano - 28 Dicembre 2018

Il 18 dicembre 2018, alle ore 11, presso la Biblioteca Vaccheria Nardi, si è svolto con successo il saggio di Natale della classe Terza F dell’Istituto Comprensivo Angelica Balabanoff, sotto la direzione della professoressa Anna Carocci. Presenti in sala la Dirigente Scolastica, Professoressa Anna Proietti, la Presidente del Comitato di Quartiere Cittadini Colli Aniene Bene Comune, Gabriella Masella, il Direttore di Abitare a Roma, Vincenzo Luciani, oltre a un folto pubblico di genitori, nonni, abitanti del quartiere, docenti e alunni della scuola.

Gli alunni si sono esibiti in un repertorio classico natalizio con strumenti didattici quali flauto dolce, tastiera, chitarra, percussioni. L’entusiasmo tangibile dei giovani musicisti è riuscito a coinvolgere tutti i convenuti, che partecipavano con grande emotività.

Quindi, mi verrebbe da chiedere: la musica (gli Italiani sono gli inventori sia della musica che degli strumenti musicali) è ancora una importante opportunità di lavoro?
Come mai nelle Scuole Italiane si dà così scarsa importanza a questa grande disciplina di vita?
In pochi decenni l’Italia ha perso una supremazia mondiale indiscutibile nella MUSICA, all’estero i cartelloni, soprattutto in questo periodo, sono colmi di musicisti italiani.
Ogni anno ospitiamo nei nostri conservatori migliaia di studenti stranieri, che vogliono perfezionarsi nelle varie discipline della musica. Queste iniziative vanno prese ad esempio soprattutto per la passione che ci trasmettono per questa grande arte, che rimane il miglior Ambasciatore della Cultura Italiana.

Vanno così lodati la direzione della Scuola, i comitati di quartiere, la meravigliosa insegnante Anna Carocci,che con pochi strumenti musicali didattici è riuscita a creare una incantevole atmosfera natalizia.
Una citazione particolare è ovviamente per la Biblioteca Vaccheria Nardi che permette simili eventi aggreganti in una periferia dimenticata troppo spesso dalle autorità centrali e locali.

 

Henos Palmisano


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti