Una telefonata in diretta tv risolve il problema di via Gadola

Saranno riposizionati i cassonetti, sistemata l'area parcheggio e la segnaletica orizzonatale e verticale
di Alessandro Moriconi - 30 Gennaio 2010

Sono le 14,20 del 27 gennaio quando un cittadino assistendo alla nota trasmissione televisiva di Ivano Selli "Amministratori e Cittadini" nota che nello studio televisivo, tra i vari ospiti, a rispondere alle domande dei telespettatori c’è anche il presidente del Municipio di Roma 7.
Il cittadino è residente in via Luigi Gadola, una strada di Tor Tre Teste, salita in questi giorni alla ribalta per una civile protesta dei residenti causata dall’eliminazione dei cassonetti per l’immondizia ad opera dell’Ama Spa che li ha spostati sull’adiacente via Gaetano Ermoli. Il tutto per gravi problemi di viabilità dovuto ad modo di parcheggiare da parte di tanti automobilisti, che da anni non tengono minimamente conto delle esigenze dell’Ama e di eventuali mezzi di soccorso.

I presidenti dei municipi ospiti della trasmissione rispondono in diretta alle segnalazioni che vengono fatte dai cittadini e questo stimola anche il nostro concittadino. Prende il telefono e cerca disperatamente di prendere la linea. Vuole chiedere a Mastrantonio di attivarsi per risolvere un problema che interessa 270 famiglie e che appesantisce in maniera spropositata i problemi dell’intero quadrante in quanto l’accesso in via L. Gadola è consentito solo da via G. Ermoli e che di fatto dal giorno 16 gennaio (da quando è stato disposto il nuovo posizionamento) è reso impossibile durante la raccolta dei rifiuti.
Il telefono è sempre occupato, ma finalmente, dopo ripetuti tentativi Amministratori e Cittadini è in linea e lui riesce ad esporre al presidente Mastrantonio il grave problema, strappando dallo stesso, l’impegno ad interessarsi urgentemente al problema.
Dobbiamo dire che in questo caso (e speriamo sempre di più) l’impegno assunto è stato rispettato e giovedì 28 gennaio alle ore 9,00 una folta delegazione formata da alcuni residenti (tra cui il cittadino che ha sollevato il problema), responsabili dell’Ama, vigili Urbani, tecnici, il presidente Mastrantonio e i consiglieri Tesoro e Flamini, hanno verificato, sul posto, la possibilità di riposizionare i cassonetti in via Luigi Gadola.
Dopo un serrato scambio di idee tra i convenuti si è deciso che il riposizionamento avverrà nei prossimi giorni, il tempo necessario ha detto il presidente Mastrantonio, per consentire ai vigili e ai tecnici di redisporre gli atti necessari per sistemare l’area parcheggio, dotandola di alcuni cordoli e rifacendo completamente la segnaletica orizzontale e verticale per evitare impedimenti al corretto servizio di raccolta da parte della macchina raccoglitrice/compattatrice dell’Ama.
Contestualmente i due presidenti delle commissioni consiliari Tesoro e Flamini lavoreranno per la soluzione di altri problemi analoghi presenti nel quartiere di Tor Tre Teste.
E’ proprio vero che a volte (come diceva un recente spot pubblicitario)… una telefonata, salva la vita.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti