Una via per Elena di Romania a Firenze

Una segnalazione di lettori romeni-romani, romeni di origine cioè e romani di adozione
Federico Carabetta - 3 Febbraio 2021

Amici lettori romeni-romani, romeni di origine cioè e romani di adozione, hanno voluto condividere con noi una notizia che contribuisce a ricostruire una storia, la lunga storia degli antichi legami tra la Romania e l’Italia: una strada di Firenze verrà presto intitolata ad una figura insigne della Casa Reale del Paese amico, per la sua presenza e per le sue azioni in quella città.

Parliamo della regina Elena di Romania e del suo esilio passato tra Firenze e Fiesole.

Nata nel 1896 ad Atene, Elena, consorte di Re Carlo II e madre di Michele I l’ultimo sovrano di Romania, ha trascorso due dei suo quattro esili durati quarant’anni,  a Villa Sparta, tra Firenze e Fiesole, aiutando la città negli anni della disastrosa alluvione, figurando tra i fondatori del Giardino dell’Iris a piazzale Michelangelo. Salvò pure decine di migliaia di ebrei dalla deportazione lo Stato di Israele, meritandosi alla memoria il titolo di “Giusta tra le Nazioni”. Si è spenta nel 1982 a Losanna.

L’iniziativa, apprezzata dalla Casa Reale di Romania, promossa da alcune organizzazioni cittadine rappresentanti le comunità romena e italiana, è stata approvata dal Consiglio Comunale di Firenze che intitolerà alla Regina Elena una strada o un parco pubblico della vecchia città. La cerimonia è prevista nel mese di maggio del prossimo anno. Sua Maestà Margareta, la Custode della Corona, figlia di Re Michele e nipote della sovrana, informata sull’iniziativa ha inviato le congratulazioni.

C’è però a Firenze, un altro riconoscimento tributato a un Principe romeno, Alexandru Ioan Cuza (1820 – 1873), per il suo legame con Firenze e con le vicende storiche dell’Unità d’Italia. Gli è stata dedicata perciò una targa commemorativa bronzea il 26 gennaio 2019  a Porta Romana, sotto la villa in cui ha vissuto gli ultimi tre anni della sua vita.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti