“Urge risolvere il problema del precariato degli insegnanti di religione”

Lo dichiarano i due esponenti di Fratelli d’Italia, Francesco Figliomeni consigliere capitolino e Mauro Gallucci già consigliere municipale
Redazione - 27 Gennaio 2017

“Come reagireste voi, se dopo diversi anni di precariato come insegnante, vi mettessero alla porta per aver superato il limite di 36 mesi di servizio? Sicuramente non bene. E’ quanto sta accadendo al Comune di Roma, che quest’anno non avrebbe assunto 41 insegnanti di religione nelle scuole dell’infanzia, per evitare di doverli mettere a ruolo in quanto, come indicato dalla Corte di Giustizia Europea, hanno superato i 36 mesi di servizio. Ma ripercorriamo la vicenda. Della lista di 93 insegnanti necessari alla copertura di tutte le scuole comunali della città, il Campidoglio non ha proceduto a fare il contratto a 41 di essi che hanno alle spalle più di 36 mesi di insegnamento continuativo, perché vietato dalla normativa europea, sentenza Mascolo della Corte di Giustizia europea del 24 novembre 2014. L’Amministrazione capitolina fino ad oggi ha illegittimamente mantenuto in condizione di precarietà gli insegnanti di religione cattolica, offrendo loro contratti di supplenza anche se in costante fabbisogno permanente di personale. La Corte di Cassazione con le sentenze 201/2016 e 1066/2016 ha dato torto al Campidoglio, nonostante la normativa europea abbia imposto di non reiterare i contratti a tempo determinato per più di 36 mesi, proprio per indurre i datori di lavoro a stabilizzare i precari. Il Vicariato di Roma nonostante avesse ricevuto l’anno scorso rassicurazioni dal Comune che avrebbe provveduto a regolarizzare la situazione, ha appreso quest’anno all’ultimo momento che non ci sarebbero stati rinnovi di contratto per gli insegnanti. Chiediamo al sindaco Raggi di risolvere questa situazione, che da una parte lede i diritti delle tante famiglie che per i propri figli hanno scelto l’insegnamento della religione, e dall’altra non tutela questi insegnanti che dopo una lunga carriera, in molti casi di oltre dieci anni di servizio, vengono privati del lavoro”.

Lo dichiarano i due esponenti di Fratelli d’Italia, Francesco Figliomeni consigliere capitolino e Mauro Gallucci già consigliere municipale.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti