V Municipio, anche i cittadini chiedono chiarezza

Caradonna e la maggioranza illustino motivi crisi
riceviamo e pubblichiamo - 27 Luglio 2011

Alessandro Splendori del Cantiere Sociale Tiburtino deCOLLIamo, uno dei tanti lettori preoccupati per la situazione in cui versa il V Municipio, scrive alla redazione:

"Come avete voi stessi testimoniato con i vostri articoli, il V municipio versa in una situazione politico-amministrativa poco chiara e da molto tempo non riesce ad agire per una serie innumerevole e poco nobile di rappresaglie e ‘ribaltoni’.
Come cittadino attivo da anni nel municipio e nella città e come elettore del centro-sinistra richiedo formalmente, credo a nome di tutte le persone – vi assicuro che sono molte – che come me hanno riposto la loro fiducia nella maggioranza espressa tramite le urne nel 2008, che il presidente Caradonna e gli esponenti di tutti i partiti della maggioranza illustrino le ragioni di una crisi che chiunque abbia buon senso non riesce a spiegarsi se non con lo squallore dei marchingegni della politica.

Lo facciano pubblicamente, in una o più assemblee indirizzate alla partecipazione dei loro elettori. Ci devono delle spiegazioni plausibili. Altrimenti si decidano a rimettersi presto in carreggiata, con un moto di dignità che la società civile richiede con forza, oppure a dimettersi.

Andrebbe chiarito anche il contorno di un episodio davvero incomprensibile: l’elezione a presidente del consiglio municipale di un esponente del centro-destra, lì dove uno scarto di ben 5 consiglieri sull’opposizione non avrebbe mai dovuto dare luogo a questa eventualità. Non è certo un problema nato dal Pdl, che ovviamente fa il suo lavoro. Ma che fine hanno fatto questi 5 consiglieri in più al momento della votazione? Anche le cronache della vostra rivista non ne danno traccia. In giro si sentono solo dei "si dice", "si pensa".
Non è una questione secondaria come potrebbe apparire. Parla di qualcosa di strano (per essere ingenui) che si muove tra i banchi del municipio e che nulla, proprio nulla ha a che vedere con la volontà degli elettori.

Spero che la visibilità della vostra rivista possa far arrivare questo messaggio all’istituzione locale e a chi è responsabile delle forze politiche della maggiornanza e che possa giungere presto un segnale positivo.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti