V municipio. Approvata direttiva sul verde 2020

L'assessore all'Ambiente Pulcini: Garantita maggior trasparenza ed efficacia
Redazione - 2 Maggio 2020

“Continua la pianificazione dei lavori sul verde per l’anno 2020, nel V Municipio.
Nonostante la situazione di lockdown, l’impegno della Giunta non si è fermato e, proprio nella giornata di lunedì, è stata approvata un’importante direttiva sulla programmazione degli interventi sul verde pubblico municipale”.

A parlarne l’Assessore alle Politiche Ambientali del Municipio, Dario Pulcini, che è riuscito a far approvare la direttiva e si è detto molto soddisfatto del lavoro effettuato: “La programmazione degli interventi risponde agli obiettivi posti dalla linee programmatiche che abbiamo istituito ad inizio mandato (nel 2016) che mirano a garantire trasparenza e legalità dopo anni in cui, con le precedenti amministrazioni, aveva sempre governato la malagestione della cosa pubblica. Quest’ultima, per anni, si era tradotta nel ricorso a procedure di “somma urgenza” che hanno creato anche cospicui debiti di bilancio, che le precedenti amministrazioni per giunta non pagarono e ci siamo ritrovati noi a saldare il conto. Molte piccole e medie imprese a causa di questi ritardi nei pagamenti, nei mancati pagamenti, nella mancanza di concorrenza leale, in quanto sono stati effettuati affidamenti diretti con la scusante della somma urgenza, hanno dovuto chiudere. Abbiamo voluto dire “basta” a questa mancanza di programmazione ed organizzazione e questa terza direttiva sulla gestione del verde municipale, che quindi disciplina e pianifica gli interventi ordinari e straordinari del verde pubblico e dell’arredo, ne è la prova. Pianificazione, approccio sistemico, trasparenza, economia, efficienza ed efficacia sono le parole chiave di questa direttiva, per poter garantire una costante manutenzione del verde pubblico, grazie anche all’aumento degli investimenti sul piano ambientale che abbiamo posto nel bilancio del Municipio, grazie ad un lavoro sinergico e condiviso con le Commissioni, i colleghi e gli uffici, non abituati ad un lavoro con tale approccio”.

Nella nota dell’Assessore si legge, infatti, che quest’ultimi dovranno predisporre relazioni trimestrali da inviare alla parte politica del V Municipio per monitorare l’efficacia della presente direttiva.
A proposito di fondi sul verde, nella direttiva viene ricordato che sono stati stanziati a bilancio del Municipio, per l’annualità 2020, 660.955,31 € per la manutenzione ordinaria del verde, pari a undici volte gli investimenti delle precedenti amministrazioni e 660.000 € per quella straordinaria, fondi questi ultimi mai avuti a disposizione prima dell’attuale governo.
Programmazione, efficienza e condivisione con tutta la comunità sono fondamentali, sottolinea Pulcini, che ricorda che nella direttiva: “È stato chiesto di realizzare un piano di manutenzione ordinaria del verde su base annuale in collaborazione con gli organi di Governo, con report trimestrali pubblicati sui canali istituzionali del Municipio V, dandone la più ampia diffusione alla cittadinanza, al fine di ottimizzare le risorse economiche disponibili e dare efficacia, efficienza, economicità, trasparenza, imparzialità all’azione amministrativa”.

Fresco Market
Fresco Market

L’Assessore ha quindi aggiunto: “La trasparenza è ciò che caratterizza il Movimento 5 Stelle e la nostra maggioranza municipale. Vogliamo quindi continuare a condividere con i cittadini i lavori che verranno effettuati sul territorio, in modo da far sapere ai residenti chi, quando e con quali e quanti fondi effettuerà gli interventi. L’obiettivo è quello di aumentare la consapevolezza nella cittadinanza, coinvolgendola direttamente nella rigenerazione ambientale del territorio”.

Coinvolgimento e partecipazione dei cittadini che verranno realizzati anche con alcuni progetti elencati nella direttiva. Per esempio, sono state programmate iniziative di piantumazione partecipata in diverse aree, impegnando tutti i 10.000 € disponibili per l’acquisto di materie prime per la flora selvatica e non selvatica e per la scelta di essenze endemiche. Non solo piantare alberi in alcune aiuole del territorio (elencate nella direttiva), ma anche la realizzazione di un bosco urbano di alberi di frutto antichi e la realizzazione di nuove particelle da destinare ad orti urbani che impegneranno i cittadini al Parco di Tor Sapienza. E’ in programma anche la realizzazione di un orto urbano nell’area verde fra via Costantini e via Orazio Pierozzi e nella zona Casale Rosso.

Sono stati poi finanziati dall’Amministrazione ben 250.000€ per il secondo stralcio dei lavori per l’ambizioso progetto che riguarda il Parco Giorgio de Chirico: “Il Sogno Trasformato”. Come ricordato varie volte dall’Assessore Pulcini: “Si tratta del primo progetto in Europa, finanziato con soldi pubblici, ispirato ai principi della permacultura. Questa disciplina ha tre principi cardine: il rispetto dell’ambiente, il rispetto della persona e l’equa distribuzione delle risorse. Applichiamo questi principi costruendo, in un’area densamente popolata e periferica della città, tra le più povere di Roma, orti urbani, food forest e plateatici che daranno numerosi servizi ai residenti”.

Grande attenzione posta quindi alle alberature del Municipio. Come si legge nella direttiva: “L’obiettivo è quello di realizzare il censimento e il monitoraggio di tutte le alberature collocate nelle aree di competenza municipale, avvalendosi delle più moderne tecnologie di indagine, pubblicandone i risultati con aggiornamenti mensili sui canali municipali per informare la cittadinanza”.

Sempre per quanto riguarda il verde verticale, Pulcini aveva già parlato di un altro intervento che è stato evidenziato nella direttiva: “Abbiamo deciso di riservare 400mila euro per intervenire sulle ceppaie presenti su strada. Quest’ultime, ove necessario, verranno tolte e sostituite con nuove essenze arboree di quarta grandezza (3-8 metri), di dimensione più opportuna e idonea quindi ad una sede stradale”.

Altra attività per la quale il Municipio esige chiarezza, costanza e produttività è anche quella legata al verde scolastico. Nella delibera si parla infatti di: “Riqualificare le aree verdi esterne delle scuole, perché diventino spazi idonei ad attività ecopedagogiche dando priorità ai seguenti plessi: scuola d’infanzia Toti, Bambini nel mondo, A. Marcucci, Veliero Volante, Cecconi e agli asili nido Bosco Incantato, La Piccola Impronta e Casa dello Scarabocchio”. Parallelamente alle manutenzioni estetico-funzionali, l’obiettivo dell’Assessorato è quello di creare spazi non solo sicuri e decorosi, ma anche e soprattutto ecosostenibili e formativi, idonei per l’educazione ambientale. Per questa ragione, sono stati finanziati  progetti che coinvolgeranno i bambini delle scuole nella creazione di orti e serre ad uso didattico.
Sempre a favore di più piccoli, è prevista la realizzazione di aree ludiche a Piazza delle Gardenie, nell’area verde di Viale Irpinia e di Viale Olcese, oltre alla riqualificazione di quella già esistente a Largo di San Luca Evangelista.

Dario Pulcini ha quindi concluso dichiarando: “Responsabilizzando e collaborando costantemente nella maggioranza, con i cittadini, le imprese, le associazioni del territorio, con i vari Uffici municipali, i Dipartimenti e i rispettivi dirigenti, garantiamo una chiara pianificazione delle attività per tutti i lavori che abbiamo finanziato per il 2020. Chi ci ha preceduto non ragionava in questa ottica, ma preferiva i favoritismi ad alcuni a discapito della cittadinanza, in una mera logica di consenso e propaganda elettorale che a noi non interessa. Abbiamo trovato, infatti, un territorio devastato a causa della disonestà e del malaffare del passato e lo stiamo rigenerando con sforzi e sacrifici. Vogliamo condividere giornalmente con i cittadini i nostri obiettivi e progetti per dimostrare che stiamo costruendo un’amministrazione responsabile ed efficiente che è in grado di programmare e scongiurare il più possibile situazioni di emergenza. Continuerò come sempre ad informare i cittadini sui miei impegni, instaurando sempre un dialogo costante e costruttivo. Stiamo cambiando, finalmente, volto al territorio, andando verso un maggior rispetto e tutela dell’ambiente, con una visione chiara. Vogliamo diventare una città all’avanguardia per la gestione del verde pubblico e rendere i nostri quartieri più ecosostenibili. Abbiamo messo al centro delle nostre politiche pubbliche la qualità della vita degli esseri viventi. L’approccio sistemico e l’analisi della complessità e dell’interrelazione tra tutti i settori, sostituisce il riduzionismo, l’opportunismo e il meccanicismo della vecchia politica. È una strada in salita, ma sono certo riusciremo a raggiungere molti altri obiettivi, grazie al supporto di un maggior numero di cittadini sostenitori di questo nuovo approccio alle politiche pubbliche”.

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti