V Municipio, flop del consiglio il 1° dicembre e raffica di ritiri il 3

La risoluzione sul potenziamento dell'illuminazione pubblica con la sola sostituzione delle lampade da incandescenza a Led è passata con 13 voti favorevoli e 6 contrari
di Alessandro Moriconi - 14 Dicembre 2015

Il 1° dicembre 2015, a pochi giorni dalle dimissioni del capogruppo del Pd Angelo Callocchia e dalla nomina a successore di Maria Pia Federici la maggioranza è stata costretta a causa di defezioni al suo interno ad incassare il primo flop, e a nulla è servita l’attesa dei canonici venti minuti osservati dal presidente del Consiglio Pietrosanti prima di procedere al secondo appello. Tutti a casa ed appuntamento al 3 dicembre dove saranno sufficienti otto consiglieri per poter deliberare.

d4d31f29-c035-45eb-9605-2c3ab2bde561Il 3 dicembre la seduta di consiglio si apre con due risoluzioni fotocopia una dalla Civica Marino presentata dalla consigliera Saliola e l’altra del Pd presentata dalla consigliera Lostia, l’intento è quello di aumentare la sicurezza sia reale che percepita innanzitutto per le donne vittime di abusi di ogni tipo a partire da quelli subiti tra le mura domestiche. Entrambe le risoluzioni chiedono il potenziamento dell’illuminazione pubblica.

Non si parla né di Lumen e né di Lux e quindi appare ovvio che le risoluzioni non sono altro che una richiesta anche per il Municipio Roma V di una quota dei 47 milioni di euro destinati dalla ex Giunta Marino alla sostituzione delle lampade ai vapori di mercurio ad alta pressione o ai vapori di sodio ad alta e bassa pressione con i con i moderni ed economici Led. Vale al riguardo ricordare che il nostro paese non ha ottemperato ad un regolamento adottato nel 2009 dalla Commissione Europea sforando la data del 2012 anno in cui dovevano essere eliminate le lampade ad incadenscenza.

In un breve dibattito dove per parlare di violenza alle donne si è arrivati a menzionare i tempi della segregazione razziale, di Rosa Parks… mentre nessuna risposta è stata al consigliere Pacifici che denunciava come di fatto la maggioranza boicotti fin dal suo insediamento la Commissione delle Elette mentre tace sul non funzionamento della Commissione Politiche Sociali.

La seduta era presieduta dal consigliere Sandro Santilli il quale ha comunicato che anche il consigliere della Commissione Politiche Sociali E. De Angeli del Pd ha annunciato le proprie dimissioni dal ruolo.

La consigliera E. Guadagno del M5S ha denunciato come le linee programmatiche siano state disattese e questo aumenta le perplessità circa incontri in commissione atti ad elaborare le priorità derivanti da criticità da inviare al Commissario Straordinario Tronca.

d2afb423-e28b-46a1-b67c-c3f36c35eafeLa risoluzione sul potenziamento dell’illuminazione pubblica che, secondo gli eletti, si ottiene con la sola sostituzione delle lampade da incandescenza a Led è passata con 13 voti favorevoli e 6 contrari…

Una vera corbelleria visto che in una infinità di occasioni a una illuminazione insufficiente corrispondono alberi non potati che coprono letteralmente i corpi illuminanti.

Ma gli eletti perché non lo hanno notat ?Forse perché vanno a coricarsi presto?

Serenella

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti