Valentina Vezzali Madrina della gara podistica Hunger Run

Si correrà a Roma domenica 21 ottobre nell'ambito della giornata dell’alimentazione
di Aldo Zaino - 18 Ottobre 2012

Mercoledì 17 ottobre 2012 presso la Sala Pietro Da Cortona del Campidoglio si è svolta la conferenza stampa per la presentazione della Hunger Run 2012, la corsa podistica, che rientra nell’ambito delle celebrazioni par la Giornata Mondiale dell’Alimentazione. 

La Hunger Run raccoglie l’eredità della Run For Food, una manifestazione sportiva che per sette edizioni è stata l’anello di congiunzione tra il mondo dello sport e il problema della fame nel Mondo. Una gara entrata nel cuore dei podisti romani sensibili a questo genere di iniziative.  

Alla conferenza stampa erano presenti: Filippo La Rosa Consigliere Diplomatico del Sindaco di Roma Capitale, Elisabetta Belloni Direttore Generale per la Cooperazione allo Sviluppo Ministero degli Affari Esteri, Emile Frison Direttore Generale di Bioversity International e rappresentane delle Agenzie delle Nazioni Unite con sede a Roma, Valentina Vezzali Portabandiera alle Olimpiade di Londra 2012, e Luciano Duchi fondatore del Gruppo Sportivo Bancari Romani, per l’occasione organizzatori tecnici della gara Hunger Run 2012.

In questo importante appuntamento con gli sponsor, rappresentanti dello Sport, delle Istituzioni e della stampa, tutti gli interventi si sono soffermati nel concetto di come lo sport possa contribuire alla giornata mondiale dell’alimentazione. La Vezzali prima di illustrare i motivi che l’anno spina ad aderire a questa iniziativa ha ringraziato tutti coloro che lavorano per la realizzazione di questa campagna, dagli spazi di comunicazione televisivi messi a disposizione, alle aziende telefoniche ed anche allesquadre di calcio che si sono unite con entusiasmo a questa iniziativa.

"Ho aderito con orgoglio ad essere madrina di questa manifestazione perché sono convinta che il mio contributo possa essere da sostegno alle donne africane – ha dichiarato la Vezzali –  aiutare loro può essere la chiave per superare la povertà. Come atleta, come donna, come madre, credo sia urgente compiere un grande sforzo di solidarietà e collaborazione internazionale, nella consapevolezza che è veramente prioritario venire in aiuto alle donne appartenenti ai paesi dove si lotta ogni giorno per la sopravvivenza”. Prima di terminare il suo intervento la pluricampionessa olimpica ha voluto sottolineare “quanto lo sport, riguardo argomenti come l’alimentazione, la povertà e lo sviluppo sia uno strumento di sensibilizzazione e di unione tra mondi e contesti distanti che si possono scoprire e aiutare a vicenda”.

Parte dei proventi della Hunger Run 2012 e della campagna Crescita saranno devolute a un progetto in Kenya dove, la FAO l’IFAD il WFP e Bioversity International lavoreranno con le comunità povere colpite dalla siccità e scarsità del raccolto.

La parola per un discorso più tecnico è passata al fondatore del G. S. Bancari Romani Luciano Duchi il quale ha invitato il popolo dei podisti romani ad aderire in massa alla manifestazione. “ Domenica Roma vivrà una giornata di grande sport, via dei Fori Imperiali sarà animata da SPQR, un’idea promossa dal delegato allo Sport Alessandro Cochi e dalle Associazioni sportive della Capitale che avvicinerà i romani alla pratica delle discipline minori”. Così ha esordito Luciano Duchi, l’ideatore della RomaOstia Half-Marathon prima e ora della Hunger Run. 

Poi il fondatore dei GS Bancari Romani ha ricordato le norme della Hunger Run 2012: la corsa si svolgerà domenica 21 ottobre ritrovo alle ore 8,30 nell’interno dello Stadio Sandro Martinelli alle Terme di Caracalla, e poi sul viale delle Terme di Caracalla per la partenza prevista per le ore 10.00. Il via sarà valido per prova agonistica di 10km e per quella non competitiva aperta a tutti di 5km.

Prima ancora della gara podistica di domenica è importante ricordare che lo Stadio delle Terme di Caracalla si vestirà a festa per ospitare nelle giornate di venerdì 19 e sabato 20 il villaggio Hunger Run dove i partecipanti e i loro amici potranno visitare gli Stand espositivi, ritirare il pettorale, la bella Tshirt ricordo dell’evento oppure iscriversi alla gara non competitiva.

Oltre ai proventi dei concorrenti alla Hunger Run si può contribuire al “Programma Crescita” dal 21 al 28 ottobre attraverso una campagna televisiva nazionale, sarà quindi possibile effettuare delle donazioni attraverso il numero 45506 (2 euro con sms da rete mobile: TIM, Vodafone, Wind, 3, Poste Mobili, Coop Voce, Noverca ; 2 o 5 euro chiamando da rete fissa: Telecom Italia, Fastweb, Tele Tu).


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti