La valorizzazione del patrimonio forestale pubblico

Gli Enti pubblici raccontano la loro esperienza in Mosaico Verde il 20 giugno a Roma
Redazione - 5 Giugno 2019

Il 20 giugno a Roma gli enti pubblici raccontano le esperienze di riqualificazione all’interno della campagna Mosaico Verde che vuole valorizzazione il patrimonio forestale pubblico.
L’appuntamento avrà inizio alle ore 10:00 nella Sala Cavour del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali e del Turismo in via Venti Settembre 20.

Il convegno è patrocinato da Ministero dell’Ambiente e della tutela del Territorio e del Mare, Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali e del Turismo, Federazione Italiana Media Ambientali, Ordine dei Dottori Agronomi e dottori forestali della provincia di Roma.

Perché?

L’incontro è dedicato agli enti locali e agli enti parco che hanno messo a disposizione delle aree verdi da riqualificare con l’obiettivo di valorizzazione il territorio e il suo adattamento ai cambiamenti climatici perché oggi la sfida è far fronte agli eventi climatici estremi ai quali sempre più frequentemente stiamo assistendo.

Come?

Per far fronte a questi cambiamenti si elaborano piani di adattamento che devono prevedere la ricostituzione degli habitats, la gestione sostenibile dei boschi esistenti e l’aumento della superficie boscata, dando così un contributo significativo per preservare e valorizzare il territorio sia che si tratti di foreste secolari, di boschi urbani o piccole aree verdi.

Durante il convegno saranno raccontate le esperienze di alcuni Comuni ed enti parco che hanno aderito alla campagna Mosaico Verde e hanno beneficiato, o beneficeranno, della riqualificazione delle proprie aree verdi grazie ai contributi del mondo imprenditoriale.

La tutela della biodiversità e del patrimonio faunistico

Gli interventi di esperti provenienti dal mondo universitario, affronteranno anche le tematiche della tutela della biodiversità e del patrimonio faunistico, dell’importanza della ricostituzione di corridoi ecologici e la lotta al consumo di suolo.

La nuova Legge

Saranno approfonditi alcuni dei temi indicati nella nuova Legge forestale, quali la necessità di incrementare la superficie boscata nazionale, coinvolgendo anche il mondo delle imprese, e di ridurre la frammentazione degli ecosistemi naturali. Si parlerà poi di bilancio arboreo e gestione sostenibile delle foreste come strumenti imprescindibili per la pianificazione dell’adattamento ai cambiamenti climatici.

Mosaico Verde

“La risposta entusiasta degli enti locali e degli enti parco alla campagna da un lato, e l’impegno concreto di molte aziende che hanno già portato il loro contributo, dimostra come Mosaico Verde può offrire un piano d’azione concreto ed efficace per risanare il nostro Paese e generare valore condiviso”.

Mosaico Verde è una grande operazione di rimboschimento nazionale che vede strettamente coinvolti Enti pubblici e Aziende su un progetto condiviso di riqualificazione del territorio, che prevede di piantare oltre 300.000 alberi e di tutelare 30.000 ettari di boschi esistenti in tutta Italia.

Mosaico Verde è patrocinato da: Ministero dell’Ambiente, Ministero delle Politiche Agricole Alimentari, forestali e del turismo, FSC® Italia, Kyoto Club, Associazione Foreste di Pianura, Università degli Studi di Padova, Università degli Studi della Tuscia, Crea, Città Metropolitana di Torino, Associazione dei Paesi Bandiere Arancioni, Ambasciata Britannica di Roma,  Fondazione di partecipazione Matera-Basilicata 2019 , Fondazione Patrimonio Ca’ Granda, ANCI, l’Assessorato alla Sostenibilità Ambientale di Roma Capitale.

Per partecipare al convegno

Per partecipare è necessario registrarsi entro e non oltre il 14 giugno compilando il form a questo link: www.mosaicoverde.it/convegno20giugno

(I giornalisti possono accreditarsi su piattaforma Sigef per ricevere 4 crediti formativi. Per registrarsi sul Sigef è necessario prima effettuare il login e poi cliccare qui https://sigef-odg.lansystems.it/Sigefodg/dettagliocorso/16445)

Gli iscritti all’Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali accreditandosi al convegno possono ricevere 0,281 crediti formativi.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti