Venerdì 6 luglio sciopero del trasporto pubblico

A rischio bus, metropolitane e treni
Enzo Luciani - 3 Luglio 2012

Venerdì 6 luglio Roma sarà interessata nuovamente da uno sciopero del trasporto pubblico. L’agitazione di 24 ore è stata proclamata dai sindacati Filt Cgil, Fit Cisl, Uil Trasporti e Ugl trasporti. A rischio tutte le linee di bus urbane ed extraurbane della Capitale, ma anche la metropolitana e i treni di Trenitalia regionali che collegano Roma-Lido, Roma Termini–Giardinetti e Roma-Civitacastellana-Viterbo. Saranno garantiti i servizi durante le fasce orarie protette.

Alla protesta si sovrapporrà anche un secondo sciopero di 8 ore indetto dal sindacato Fast Confsal, dalle 8,30 alle 16,30 (ad esclusione di Cotral SpA e Cotral Patrimonio che sciopereranno per 4 ore dalle 12,30 alle 16,30). I disagi potranno cominciare però nella notte fra il 5 e il 6 luglio relativamente ai collegamenti notturni. 

I varchi Ztl resteranno aperti per agevolare la circolazione. Lo sciopero tra l’altro potrà anche causare le interruzioni del servizio al pubblico dell’Agenzia Roma servizi per la mobilità. Come sempre resteranno chiusi lo sportello al pubblico di piazzale degli Archivi 40, il box informazioni di Termini e Fiumicino, i check-point bus turistici di Aurelia, Laurentina e Ponte Mammolo, contact center infomobilità, (0657003) e il numero verde persone con disabilità 800154451. 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti