Venti bambini e una bidella intossicati in una scuola del Tuscolano

Domani l'istituto don Paolo Albera resterà chiuso
di Emiliana Costa - 22 Ottobre 2009

Potrebbe essere stata una miscela di detersivi poco diluiti con l’acqua a causare questa mattina l’intossicazione di venti bambini e una bidella nella scuola elementare don Paolo Albera di via Marco Fulvio Nobiliore, nel quartiere Tuscolano. La donna e uno degli alunni sono stati ricoverati all’ospedale Policlinico Casilino. Gli scolari coinvolti appartengono alle sezioni della materna e dell’elementare che si trovano al secondo piano dell’edificio. I bimbi sono stati tutti visitati e nella maggior parte dei casi lamentavano bruciore agli occhi, eritemi sotto il collo e difficoltà respiratorie.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri, i vigili urbani, i vigili del fuoco e i mezzi del 118. La preside Maria Antonietta Damiano esclude che il malore possa essere stato causato da un intervento di disinfestazione. “Da mesi abbiamo chiesto un intervento ma c’è sempre stato risposto che non c’erano i fondi”. Ad assicurare le pulizie al plesso è la società Roma Multiservizi. I suoi tecnici sostengono che in questi giorni non siano stati cambiati i detergenti.

“Erano appena entrati nelle classi al secondo piano quando i bambini hanno iniziato a tossire, a lacrimare e avevano arrossamenti sul collo simili all’ritema. Una maestra ha sentito un odore strano e ha chiamato la direzione. A quel punto li abbiamo portati giù”, ha aggiunto la preside.

Damiano poi ha raccontato: “Proprio martedí abbiamo organizzato un corso per gli insegnanti sulle diagnosi precoci delle allergie e sulla somministrazione dei farmaci salva vita a scuola. E’ stata una coincidenza utile perché in pochissimi minuti i bimbi erano fuori. Devo fare i complimenti al personale della scuola”.
In merito alle cause dei malori la dirigente scolastica ha spiegato che “sono ancora da accertare. Al momento l’ipotesi più accreditata è che siano stati miscelati alcuni detersivi, non abbastanza diluiti con l’acqua. Nonostante la multiservizi che si occupa delle pulizie utilizzi prodotti innocui e sempre gli stessi”.

La responsabile della sicurezza della scuola, Anna Luisa Peluso, ha raccontato: “Appena la maestra ci ha avvisato dell’odore, intorno alle 8.30, abbiamo fatto scendere i bambini in palestra. Abbiamo cercato di dividerli per sezione e abbiamo chiamato i genitori. Per primi quelli dei bimbi che si sono sentiti male. Per gli alunni – ha proseguito Peluso – é stato come un gioco”.
Domani venerdì 23 ottobre la scuola don Paolo Albera resterà chiusa.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti