Verde scolastico V Municipio, Pulcini fa il punto

Redazione - 4 Ottobre 2020

Dario Pulcini, Assessore alle Politiche Ambientali del Municipio V, ha fatto il punto della situazione sul lavoro effettuato sulle scuole del territorio.

“Nel Municipio V all’avvio dell’anno scolastico – assicura Pulcini – tutte le aree verdi erano state manutenute.”

L’Assessore ha ricordato l’importante lavoro svolto dalla maggioranza 5 stelle: “Quando ci siamo insediati erano disponibili solo 30.000 euro per la manutenzione del verde scolastico, nel 2020 siamo arrivati a ben 640.000 euro. Andando più nel dettaglio: abbiamo investito 200.000 euro nel 2019 e 200.000 euro nel 2020 per acquistare giochi, staccionate, gazebo ben prima della pandemia e che stiamo per installare, spinti dall’obiettivo di creare spazi esterni idonei all’ecopedagogia”.

“Non solo quindi ripristino del decoro e messa in sicurezza delle aree esterne dei plessi scolastici, ma – prosegue Pulcini – vere e proprie trasformazioni di questi spazi. Non più mere aree esterne, ma spazi che svolgono funzioni pedagogiche ed ecosistemiche dove quindi poter realizzare progetti sostenibili in modo da coinvolgere direttamente gli alunni degli istituti. Abbiamo destinato una parte dei fondi della manutenzione straordinaria del verde 2019 per il ripristino dei manti erbosi, lì dove c’è solo fango ormai, nonché per orti e serre a scopo didattico. Abbiamo moltiplicato gli orti didattici, passando da 5 a 20 scuole, con l’obiettivo di arrivare a tutte: perché pensiamo che tutti abbiano il diritto di ricevere le medesime opportunità pedagogiche ed educative. Come sosteneva Fritijof Capra nel suo libro “Ecoalfabeto. L’orto dei bambini”, il modo più diretto ed efficace per insegnare ai bambini i principi base dell’ecologia e del pensiero sistemico è quello di fargli creare e coltivare un orto all’interno della scuola. In passato abbiamo avviato dei progetti di gestione, cura e conoscenza degli orti didattici con incontri intergenerazionali e abbiamo intenzione di proseguire su questo cammino per sensibilizzare le nuove generazioni”.

Pulcini ha ricordato: “200.000 euro sono stati stanziati nel 2020 con cui riqualificheremo le aree verdi di alcune scuole e per il 2021 investiremo altri fondi. Grazie ai fondi finanziati viene effettuato un censimento e un monitoraggio continuo delle alberature, con un agronomo professionista, per ridurre i rischi di caduta degli alberi e dei rami. Abbiamo anche fatto piantare, oltre 100 alberi da frutto e proseguiremo anche questo inverno, gradualmente eliminando in primis gli alberi di prima grandezza a fine ciclo vita o malati, al fine di consentire una gestione efficiente del verde scolastico e rigenerare l’ecosistema nella maniera più opportuna. Per quanto riguarda gli interventi del mese di settembre è stato effettuato lo sfalcio delle superficie erbate, l’asportazione delle erbe infestanti, la potatura di cespugli, la manutenzione delle siepi, la potatura e, laddove necessario, l’abbattimento di alberi compromessi, malati e a rischio schianto e la pulizia da ogni rifiuto organico. Sul sito del Comune è presente l’elenco completo delle scuole dove sono stati portati a termine i precedenti interventi: https://bit.ly/3ipNfed.

Pulcini ha quindi ringraziato la maggioranza municipale che ha collaborato in maniera coesa e coordinata: “Tutto ciò non sarebbe stato possibile senza l’impegno costante della vice-presidente della Commissione Scuola Monia Maria Medaglia con la quale abbiamo fatto oltre 70 sopralluoghi nelle scuole e  stiamo proseguendo, dando agli uffici direttive chiare e precise per innalzare gli standard qualitativi del verde scolastico. Come riferito da alcuni insegnanti che lavorano nelle scuole da molti anni, siamo i primi politici ad aver eseguito questa tipologia di controlli. Ringrazio anche il Presidente della Commissione Scuola Alessandro Stirpe, l’Assessore alle Politiche Educative Maria Elena Mammarella e l’Assessore al Bilancio Sandro Emiliani, che è sempre riuscito ad ottenere i finanziamenti necessari: li voglio ringraziare per aver agito come squadra per perseguire un interesse primario, migliorare la qualità dell’esperienza a scuola ai bambini e ai ragazzi, per creare generazioni consapevoli e sensibili alle tematiche ambientali. Il percorso è ancora lungo, ma è stato intrapreso con la dedizione e la perseveranza, con competenza e capacità, con onestà e altruismo”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti