Vertice Fao, a Roma dal 13 al 18 novembre

Summit mondiale sulla sicurezza alimentare e contro la fame nel mondo
A.M. - 13 Novembre 2009

Tutto è pronto per il summit mondiale sulla sicurezza alimentare. Si inizia venerdì 13 novembre con una celebrazione etnica in piazza del Campidoglio. "I rappresentanti degli agricoltori di tutto il mondo – fa sapere il Sindaco Alemanno – verranno a rappresentare le loro tradizioni con una sorta di rito propiziatorio iniziale".

Dopodichè ci sarà il Forum della società civile, dal 13 al 17 novembre, nella Città dell’Altra economia, CAE – ex mattatoio di Testaccio. All’ordine del giorno del Forum l’attenzione verrà posta su quattro importanti domande: chi decide sul cibo e sull’agricoltura, e dove vengono prese le decisioni? Chi controlla le risorse di produzione del cibo? Come viene prodotto il cibo? Chi ha accesso al cibo e chi ne ha bisogno? Dalle proposte discusse sarà elaborato un documento che sarà presentato ai Governi riuniti alla FAO. 

Al Vertice Fao che si riunirà dal 16 al 18 novembre, interverranno oltre 60 tra capi di governo e capi di stato, e vedrà anche la partecipazione del pontefice Benedetto XVI. Il direttore generale della Fao, Jacques Diouf, lancia messaggi chiari ai leader: “senza azioni decisive da parte degli Stati – annuncia Diouf – il numero degli affamati nel mondo potrebbe accrescersi e non è escluso il rischio di una nuova crisi aimentare. E’ necessario investire 44 miliardi di dollari l’anno al fine di debellare la fame nel mondo".

Per il 15 novembre è stata indetta anche una giornata mondiale di sciopero della fame e una petizione, già online all’indirizzo www.1billionhungry.org. L’obiettivo della petizione è quello di raggiungere un miliardo di clic", ha spiegato Diouf "che corrisponde al miliardo di affamati del pianeta. Clic che serviranno come spinta di azione per i governi per sradicare la piaga della fame".  

Il piano del trasporto pubblico

Le modifiche per viabilità e trasporto pubblico, in occasione del Vertice, scatteranno già da domenica 15 novembre.

L’area di sicurezza individuata dalla Questura, e chiusa a partire dalle 8 di domenica mattina, comprende: piazza di Porta Capena (con esclusione della circolazione da Via San Gregorio a via dei Cerchi); viale delle Terme di Caracalla (da piazza di Porta Capena a via Antonina); via Guido Baccelli (da largo Vittime del Terrorismo a largo Fioritto), viale Aventino (da piazza Albania a piazza di Porta Capena e via del Circo Massimo (da piazzale Ugo La Malfa a viale Aventino).

La circolazione del traffico sarà possibile lungo gli assi di via di San Gregorio/via dei Cerchi, viale della Piramide Cestia/via di Santa Prisca/via delle Terme Deciane, Via Druso/Cristoforo Colombo e il Lungotevere/via Marmorata.

Adotta Abitare A

Inoltre nell’area intorno alla Fao, già dalle 7 di venerd’ 13 sarà vietato parcheggiare nelle seguenti strade:
via del Circo Massimo (su entrambi i lati), piazza di Porta Capena, viale Aventino (entrambi i lati), via Aventina, via Baldassarre Peruzzi, largo Fioritto, via di Santa Balbina, largo Baldinotti, via Antonina, viale delle Terme di Caracalla (entrambi i lati), largo Vittime del Terrorismo, via di Valle delle Camene, via dei Cerchi, via della Fonte di Fauno.
E sempre dalle 7 di domani, i divieti scatteranno anche in alcune strade del Centro: via Vittorio Emanuele Orlando, via Romita, via Sistina, piazza Trinità dei Monti.

Questo nel dettaglio il piano salva-bus per 16 linee di superficie da domenica a mercoledì:
• Le linee 3, 60 Express, 75, 160, 175, 271, 628, 715, n2 e n11 utilizzeranno la direttrice via Marmorata/lungotevere Aventino/piazza Bocca della Verità/via Petroselli/via del Teatro Marcello in entrambe le direzioni. La linea 3, dalle 8 alle 16 di domenica, in direzione di piazza Thorwaldsen percorrerà via Marmorata, piazzale Ostiense, viale Marco Polo, la Colombo, piazzale Numa Pompilio, via Amba Aradam, piazza San Giovanni e via Merulana; al ritorno, stesso percorso sino a via Cristoforo Colombo e da qui proseguirà per via di Porta Ardeatina e via Tata Giovanni.
• La linea 81, invece, seguirà due itinerari diversi: il primo dalle 8 alle 16 di domenica, a causa della consueta chiusura dei Fori Imperiali, passando per via Merulana, piazza Santa Maria Maggiore, piazza dell’Esquilino, via Milano, via Nazionale e piazza Venezia, verso il Centro, e per via Nazionale, via Depretis, piazza dell’Esquilino e via Merulana nella direzione opposta; l’altro, da domenica sera a mercoledì, in direzione di piazza Roberto Malatesta, passando da piazza Venezia via dei Fori Imperiali, via Labicana e via Merulana da dove raggiungerà San Giovanni per riprendere il consueto percorso.
• La linea 118 transiterà in viale Marco Polo e sulla Cristoforo Colombo verso via Lagonegro, mentre in direzione di piazzale Ostiense, una volta arrivati a Porta Ardeatina, i bus proseguiranno per la Colombo, la circonvallazione Ostiense, via Benzoni, via Matteucci e via Ostiense.
• La linea 673, percorrerà la Colombo e la Circonvallazione Ostiense in entrambe le direzioni.
• La circolare n10 da San Giovanni proseguirà su via dell’Amba Aradam, via Druso, la Cristoforo Colombo e via Marco Polo.
• 85 e 87 saranno deviate solo nella giornata di domenica e da via Merulana proseguiranno per piazza Santa Maria Maggiore, piazza dell’Esquilino, via Milano, via Nazionale e piazza Venezia, verso il Centro, e per via Nazionale, via Depretis, piazza dell’Esquilino e via Merulana nella direzione opposta. 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti