Via Efisio Orano: terminati i lavori per la nuova cabina elettrica 

Antonio Barcella - 20 Marzo 2022

Seppur con un consistente ritardo, sono terminati i lavori per portare in superficie la cabina elettrica di via Efisio Orano. I lavori, eseguiti da Areti spa su richiesta di Roma Capitale, avevano l’obiettivo, già raggiunto dalla cabina provvisoria allestita in attesa di quella definitiva, di alleviare i disagi per i continui black-out di corrente elettrica, dovuti agli allagamento dei locali interrati, in un quadrante molto significativo di Colli Aniene. Ricordiamo che le interruzioni di servizio, si verificavano per molte ore ogni volta che c’era un temporale. Anche 12 o 13 ore di mancanza di energia elettrica che causavano tante difficoltà ai residenti.

Per coloro che avessero dimenticato ciò che avveniva 2-3 anni fa, erano le persone anziane e i portatori di handicap delle vie Calosso e Orano ad accusare i fastidi maggiori per non poter usare l’ascensore o, peggio ancora, rimanerci imprigionati dentro. C’era poi l’altro aspetto non meno importante del tanto cibo gettato dai residenti per lo scongelamento dei frigoriferi dovuto alle tante ore di interruzione di alimentazione elettrica.

Senza dimenticare che si restava al buio tante ore perdendo l’informazione televisiva, o l’ultima puntata della serie TV preferita, o l’importante partita di Champions o di Europa League. Questi ultimi aspetti sono certamente meno importanti ma, quando sono ripetuti nel tempo, viene avvertito dai cittadini come la perdita di un diritto personale. Una situazione che andava avanti da decenni e che, solo grazie all’impegno delle associazioni di quartiere (Ass. Vivere a Colli Aniene, Ass. Italiana Casa Ufficio Soci. Ass. l’Anfiteatro, Ass. Il Foro e CDQ Cittadini di Colli Aniene Bene Comune) e alla Commissione Lavori Pubblici di Roma Capitale, si è giunti ad un risultato importante. I fondi per i lavori erano stati approntati da tempo ma, come spesso accade, cavilli burocratici e permessi difficili da ottenere hanno ostacolato il cantiere prorogando il termine dei lavori.

Dobbiamo doverosamente sottolineare, oltre all’impegno delle associazioni e della Commissione Lavori Pubblici, la collaborazione fornita dal Consorzio AIC ad Areti per superare tutti gli ostacoli (mappa degli impianti del comprensorio, consulenze varie, etc.).
Un esempio di buone pratiche dove la collaborazione tra territorio e amministrazione locale ha portato a quel risultato da tutti sperato.
Ora si potrà finalmente stappare una buona bottiglia di spumante insieme al personale di Areti e alla presenza delle istituzioni per un disagio risolto. Potrebbe essere l’occasione per parlare di altri temi come l’illuminazione carente di aree come i passaggi pedonali di viale Franceschini.

Decathlon Collatina

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti