Via Signa: cinque giorni dopo non è ancora successo niente

Nonostante la via sia chiusa da giorni ancora non si sono visti operai al lavoro
comunicato stampa - 14 Ottobre 2009

Oggi 14 ottobre è il quinto giorno di chiusura al traffico di via Signa e ancora non si è visto un solo operaio a lavoro per riaprire un tratto di strada tanto piccolo quanto importante.

Via Signa, traversa che collega San Godenzo con via due Ponti, è stata chiusa sabato 10 Ottobre a seguito del forte nubifragio che avrebbe causato lo scoppio di una fognatura con conseguente cedimento del manto stradale.

L’importanza di questa piccola traversa è notevole; la sua chiusura, infatti, non solo obbliga la linea Atac 220 a cambiare tragitto, ma impedisce anche il deflusso di veicoli che dalla Cassia sfruttano Via Signa per andare verso Via Ischia di Castro o la zona residenziale di Largo Sperlonga.

Sembra essere un accanimento contro i cittadini di via San Godenzo: prima un doppio senso di marcia materializzatosi come d’incanto da un giorno all’altro, su cui tra l’altro la Commissione Viabilità aveva richiesto una maggiore attenzione della Polizia Municipale anche mediante l’installazione di segnali stradali più visibili, richieste che dopo quindici giorni sembrano essere cadute nel vuoto; poi la smentita della riapertura a breve di via Cassia Antica; ora via Signa chiusa da cinque giorni e nessuno che fa niente per riaprirla.
 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti