Vigne Nuove, occupazione simbolica del Centro sportivo delle Vittorie

Il Sel IV Municipio sostiene una gestione pubblica del Centro. Condanna all'occupazione viene da Aurigemma e Bentivoglio. Le precisazioni del delegato allo sport Alessandro Cochi
di R. V. - 12 Novembre 2011

“La verità è questa: il sindaco Alemanno non ha la minima idea di quello che accade a Roma. La condizione di abbandono del centro sportivo Delle Vittorie, in piazzale Flaiano, della quale sono ben consapevoli i cittadini di un quartiere privo di servizi e punti di aggregazione, era sconosciuta al comune fino a questa mattina”. Così in una nota del 12 novembre 2011 Marina D’Ortenzio, coordinatrice di Sinistra Ecologia Libertà di Roma Area Metropolitana, che prosegue:”L’occupazione di questa mattina del centro, da parte del ‘Comitato Delle Vittorie bene comune’, fa emergere ancora una volta l’incuria dell’amministrazione comunale in merito alle condizioni di vita dei cittadini di periferia, evidentemente considerati di serie B. Il centro sportivo deve essere difeso da eventuali speculazioni e restituito alla comunità. Mi auguro, conclude D’Ortenzio, che il gesto simbolico di questa mattina e l’assemblea di domani, alla quale SEL parteciperà, aprano la strada al recupero in tempi rapidi della struttura per riconsegnarla ai cittadini."

E aggiungono Fabrizio Picchetti, Marina Prati e Francesco Flamini, esponenti di Sinistra Ecologia Libertà del IV Municipio: “Abbiamo incontrato gli occupanti questa mattina e siamo convinti che il percorso di recupero della struttura e la riconsegna al territorio siano la sola strada che comune e municipio possano intraprendere per non offendere oltre misura gli abitanti del quartiere. Viviamo in un municipio di periferia, che comprende al proprio interno zone che definiremmo di periferia estrema, senza servizi, luoghi di aggregazione, senza neanche le minime strutture in grado di arginare disagio, bullismo e violenza. È anche per questo, concludono gli esponenti di SEL, che riteniamo fondamentale e irrinunciabile l’apertura immediata di un confronto con il Comitato e i cittadini per una gestione pubblica del centro sportivo Delle Vittorie”. 

Condanna all’occupazione viene invece da Antonello Aurigemma, assessore alla Mobilità , e Marco Bentivoglio, presidente commissione sport del IV Municipio: "Va ricordato che il locale è ritornato in carico all’Amministrazione capitolina dopo la revoca obbligatoria al vecchio concessionario per dovuta non ottemperanza dei pagamenti. Parte dell’impianto è inoltre sottoposto al sequestro da parte del Tribunale, situazione che viene monitorata dal dipartimento competente e dal delegato allo Sport Alessandro Cochi. Strumentalizzare per cercare di giustificare degli atti illeciti e illegali non fa onore".

Smentita del fatto che il Campidoglio ignorase la situazione del Centro sportivo delle Vittorie viene da Alessandro Cochi, delegato allo Sport di Roma Capitale: "L’impianto sportivo in questione di proprietà di Roma Capitale, era ben monitorato dal dipartimento competente che stava espletando proprio in questi giorni l’iter per un rapido riutilizzo, dopo il provvedimento di revoca obbligatoria al vecchio concessionario. Penso quindi che ci sia qualche cattivo suggeritore che ha spinto per questa occupazione che, se simbolica, può essere oggetto di discussione".

"Ricordo agli stessi occupanti – precisa il delegato allo Sport – che all’interno del campo sportivo ci sono strutture poste sotto sequestro dal Tribunale, che per questo ha nominato dei custodi responsabili. L’occupazione costituirebbe quindi una ulteriore violazione". "Invito pertanto – conclude Cochi – a rilasciare la struttura e a discutere dell’impiantistica sportiva dell’amministrazione capitolina alla quale, al contrario di altri settori, salvo rarissime eccezioni da riferire alle precedenti gestioni, stiamo ponendo rimedio accorciando del tutto le lungaggini burocratiche del caso".


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti