Villa Ada “casa” della Moda

Individuata, finalmente, l’area da destinare alla moda capitolina
di Valentina Rifici - 9 Luglio 2011

Saranno le Scuderie dei Savoia di Villa Ada ad ospitare la Casa della Moda di Roma. Il plesso di 5000 mq, che fa parte del patrimonio comunale attualmente in disuso, è situato all’interno del parco di Villa Ada.

Quest’ultima è il secondo grande parco pubblico di Roma, preceduto solo da Villa Doria-Pamphili. Collocata nella parte settentrionale della città, poco fuori le Mura Aureliane che circoscrivono il centro storico capitolino, Villa Ada è stata sempre protagonista di numerose manifestazioni, ma di altrettante polemiche, tant’è che, nel corso degli ultimi anni, nell’area non sono più stati organizzati eventi di alcun genere.

«Dal 1994 l’area di Villa Ada è oggetto di un processo di valorizzazione – spiegano il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, e l’assessore alle Attività produttive con delega alle politiche promozionali ed eventi nel settore della moda Davide Bordoni – e la Soprintendenza si è resa disponibile a rivedere il progetto di restauro e ristrutturazione delle Scuderie per adattarlo alle esigenze della Casa della Moda che dovrà diventare uno spazio interattivo, tempio della formazione per i giovani talenti e nello stesso tempo depositario della cultura dell’Alta Moda e del Made in Italy.
Subito dopo la settimana della moda convocheremo gli altri enti locali e Altaroma per valutare insieme questa ipotesi: mi auguro che possa essere fatta in tempi brevi una scelta condivisa per dare finalmente alla moda di Roma lo spazio museale che merita».

L’iniziativa è di rilevante importanza, dato che le Scuderie dei Savoia si collocano in un contesto storico ed archeologico decisamente prestigioso. Oltre allo spazio museale riservato alla moda capitolina, ogni visitatore potrà, infatti, riconoscere numerosi resti di un insediamento urbano databile intorno all’VIII secolo a.C., conosciuto con il nome di Antemnae.

«Individuare un’area da destinare alla moda capitolina era per noi una priorità – continuano Alemanno e Bordoni – e le scuderie dei Savoia, situate in una zona di pregio immersa nel verde, hanno caratteristiche volumetriche ed estetiche ideali per essere utilizzate come sede della Casa che potrà ospitare laboratori dove realizzare processi di formazione per i giovani, archivi dove custodire il materiale storico del settore, eventi e sfilate delle varie case di moda nonché la sede di AltaRoma».


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti