ViviFacile, info mobilità via sms

Il servizio gratuito di informazioni sulla mobilità avvia la fase sperimentale
Enzo Luciani - 24 Ottobre 2011

Parte a Roma il servizio Vivifacile: informazioni ai cittadini (inviate gratuitamente)  via sms sulla mobilità collettiva di Roma, nato dalla collaborazione tra Atac e ministero per la Pubblica Amministrazione. La sperimentazione, avviata oggi 24 ottobre, è stata inaugurata dal ministro Brunetta e dall’assessore alla mobilità Aurigemma. In particolare, saranno disponibili informazioni sulla scadenza dell’abbonamento annuale, sugli scioperi dei mezzi pubblici e sul servizio di linea (limitazioni e deviazioni, ma anche parcheggi di scambio e corsie preferenziali).

Atac raccoglierà le adesioni dei propri utenti (con un bacino potenziale di circa 4 milioni di spostamenti ogni anno) e fornirà le informazioni sulla mobilità urbana senza costi per l’azienda. Per aderire al servizio bisogna iscriversi sul sito dell’Atac (www.atac.roma.it), entrare nello spazio ViviFacile e fornire i propri dati anagrafici, codice fiscale e numero di cellulare. L’utente potrà selezionare poi le informazioni che intende ricevere: oltre alle tre tipologie di notizie indicate, sarà possibile scegliere fino a tre linee di superficie, di cui si potranno avere in seguito comunicazioni su eventuali variazioni del servizio di trasporto. Il progetto è stato presentato nella sede Atac di via Prenestina, alla presenza, tra gli altri, del ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione, Renato Brunetta, dell’assessore alla Mobilità di Roma Capitale, Antonello Aurigemma, del presidente di Atac, Francesco Carbonetti, e dell’ad, Carlo Tosti.

«Esprimo grande apprezzamento -dichiara Antonello Aurigemma, assessore alla Mobilità di Roma Capitale – per l’iniziativa. Da amministratore di Roma Capitale ritengo fondamentale avere una rete di informazione sempre più ampia che possa aiutare i cittadini a servirsi del trasporto pubblico. Entro il termine della consiliatura, avremo incrementato di oltre il 50% la rete della Metropolitana, cosa che rivoluzionerà anche il trasporto di superficie. Di conseguenza, avremo uno strumento in più per informare i romani su come cambieranno in meglio i loro spostamenti quotidiani. Pubblicizzare al massimo iniziative come questa servirà ad attrarre nuovi utenti del trasporto pubblico a scapito di quello privato. Plaudo all’iniziativa anche da abbonato al trasporto pubblico: da utente so quanto può essere importante essere informato in tempo reale di quanto accade sulla rete del tpl».


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti