Voragine in via Leone XIII

Disagi alla circolazione. Nanni: ”Comune ha sottovalutato allarme dei cittadini su voragine”
Enzo Luciani - 13 Giugno 2012

Questa mattina 13 giugno una voragine che si è aperta in via Leone XIII, sull’Aurelia, ha provocato non pochi disagi alla circolazione. La voragine, larga 12 metri e lunga 6 si è aperta su un tratto a grande scorrimento che costeggia Villa Pamphili.I vigili urbani consigliano agli automobilisti percorsi alternativi «a largo raggio come viale Trastevere ed il Lungotevere». Le ripercussioni si registrano in vari quartieri come Boccea, Prati, Aurelio, soprattutto via Gregorio VII, piazzale degli Eroi, via della Pineta Sacchetti, piazzale Irnerio, via Cipro e via Anastasio II. Anche i mezzi pubblici sono costretti a percorsi alternativi.

"L’amministrazione – dichiara il consigliere del PD capitolino Dario Nanni vice-Presidente Commissione Lavori Pubblici del Comune di Roma – non curante delle segnalazioni dei residenti dell’Aurelio che già sabato 9 giugno avevano avvisato della comparsa di un forte avvallamento del manto stradale era intervenuta con la solita transenna e il nastro di pericolo per delimitare la zona interessata dallo smottamento in via Leone XIII, dove poi ieri sera si è aperta l’ultima voragine. Ho presentato una interrogazione urgente all’assessore ai lavori pubblici per chiedere delucidazioni sulla mancata tempestività dell’intervento. Perché non si è fatto qualcosa di più serio per una effettiva messa in sicurezza? Da tempo abbiamo segnalato, come riportato dal sito Voragini.it un ulteriore cedimento del terreno in via Leone XIII° all’altezza di Largo Martin Luther King. Cosa si aspetta ad intervenire per evitare una ulteriore e pericolosa voragine?

Nei primi sei mesi dell’anno in corso il sito ‘voragini.it’ ha già rilevato 30 segnalazioni, quasi il doppio dell’anno precedente. C’è un evidente processo di cedimento del terreno che interessa in particolare alcune zone della città. In particolare nel XVIII municipio (Aurelio) e nel IX Municipio dove dall’inizio dell’anno si sono aperte ben quattro voragini tra via Otricoli, via Todi, via Genzano e via Costamagna. Ricordo peraltro che in XX° municipio la voragine di via Comparini dopo due anni e mezzo non è stata ancora risolta. Ho chiesto al Presidente della Commissione lavori Pubblici Quarzo una riunione urgente della commissione lavori pubblici per avere dai tecnici comunali una informativa dettagliata su tutte zone del territorio romano interessate da smottamenti e voragini.”

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti