XII Municipio: no alla chiusura della scuola Gramsci

Durastante(PD): "il Pd sarà a fianco delle famiglie per impedire tale scempio"
Enzo Luciani - 30 Settembre 2011

"La chiusura della Scuola Elementare Gramsci" – dichiara Domenico Durastante, Consigliere PD del XII Municipio e Vice Presidente della Commissione Scuola – "progettata dal presidente Calzetta e dalla sua Giunta di destra, manifesta la pericolosa deriva culturale della città di Roma e del Municipio XII EUR".

Con queste parole il consigliere del PD commenta le voci che danno per imminente la chiusura della scuola elementare, attraverso lo smembramento delle classi, che sarebbero ricollocate all’interno delle scuole "Tagliacozzo" e "Sarro".

"Con la scusa della necessità di spazi per gli uffici municipali (tra l’altro ci sono locali liberi al I ponte), si vuole chiudere un riferimento culturale per un intero quartiere." – continua Durastante – "La Scuola Gramsci è stata, per oltre 25 anni, l’unico avamposto istituzionale e culturale al Laurentino, che grazie all’azione di un pugno di insegnanti illuminati, guidati da un grande Preside, hanno lottato contro il degrado e l’assenza delle istituzioni, insegnando ai bambini il rispetto degli altri, l’impegno civile e sociale."

"Tra le molte iniziative realizzate dalla scuola negli scorsi anni, basta citare la Giornata della Memoria (l’altra scuola elementare del circolo didattico è dedicata ad Ada Tagliacozzo, una delle vittime del rastrellamento del ghetto di Roma il 16 ottobre del 1943) che ha sempre visto la partecipazione delle istituzioni municipali e della Provincia di Roma"

"Il Partito Democratico" – conclude Durastante – si oppone alla chiusura della scuola e sarà al fianco delle famiglie per impedire tale scempio e ha presentato un’interrogazione al Presidente in proposito"
 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti