Zannola-Battaglia: “Raggi ascolti i Centri Anziani. Attività in sicurezza”

Redazione - 1 Giugno 2020

“Le persone anziane sono quelle che più di altre, durante il lockdown, hanno vissuto la paura e l’isolamento sociale. Non rispondere alle loro preoccupazioni e anche al loro legittimo bisogno di tornare a godere degli spazi pubblici dei centri loro dedicati nella città è una totale mancanza di rispetto. Dispiace infatti leggere una nota a firma del coordinatore cittadino dei centri anziani di Roma in cui non solo si sollecita per l’ennesima volta la sindaca a fornire risposte per garantire la ripresa delle attività al 30 giugno, ma si cerca anche una interlocuzione valida per sgravare gli anziani Presidenti dalle responsabilita’ civili e penali che una eventuale riapertura comporterebbe.

“Del resto mentre la Regione auspica la riapertura dei centri al 15 giugno, Roma Capitale con
una ordinanza del 29 maggio proroga l’apertura a fine giugno addossando ai presidenti la totale responsabilità della sanificazione degli ambienti, della fornitura dei Dpi e delle regole di distanziamento e assembramento. Ci sembra un po’ troppo, come ci sembra ormai troppo che Roma Capitale non abbia lavorato in questi giorni alla stesura di un Protocollo per garantire la ripresa delle attività dei centri in sicurezza. La sindaca risponda ai centri anziani e alle legittime richieste di oltre 150 presidenti. Garantire socialità in sicurezza vale anche per loro e questi ritardi e sgravi di responsabilità danno il senso del valore che si attribuisce alle persone anziane della Capitale. Non lo meritano”.

Cosi’ in un comunicato Giovanni Zannola, consigliere comunale Dem, ed Erica Battaglia della
Direzione regionale del Pd.

Fresco Market
Fresco Market

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti