E’ di scena il rock blues all’Aran disco pub

Monkey's blues, Fenice ed Elixir si esibiranno il 26 marzo nel locale di via Vercelli
di Gianluigi Polcaro - 24 Marzo 2009

Giovedì 26 marzo grande serata in musica all’Aran dico pub in largo Vercelli 7, zona piazza Re di Roma. Si alterneranno sul palco i Monkey’s blues, i Fenice e gli Elixir. Tre gruppi con storie comuni che intrecciano le vicende dei loro componenti, pronti ad accendere gli animi della notte romana.

Ad aprire “le danze” saranno i Monkey’s blues, una band molto giovane che si è formata in tempi recenti. Il loro progetto musicale, prevalentemente strumentale, è basato sul rock blues americano, e che vede i propri maestri ispiratori in Jimi Hendrix, Janis Joplin e The Morphine, esplorando e trovando felici contaminazioni anche nel funky dei Weather Report e di James Brown, da cui ne traggono la carica adrenalinica.
Il gruppo è composto da Nik (alias Gengive Sanguinanti Murphy) al sassofono tenore, Francesco alla chitarra, Gianluigi alla batteria, Giovanni al basso e con la partecipazione di Elena alla voce.

La seconda band, i Fenice, è una vecchia conoscenza del Melissa pub, quando ancora il locale si chiamava Mais cafè. E ancora una volta il nome non smentisce la loro storia. Dalle ceneri del loro secondo scioglimento i Fenice si ricompongono per l’ennesima volta e si riesibiscono dal vivo proponendo il meglio del loro repertorio cantautoriale. Gerry Cauti alla voce, Sergio Di Mico alla chitarra, Manfredi Zaccaro al basso e Eugenio Tomeo alla batteria riproporranno le suggestive e maledette ballate scritte dall’istrionico cantante Gerry, capace di ipnotizzare il pubblico con la sua esuberante tenuta scenica. La loro musica affonda le radici nella canzone d’autore italiana, immalinconita e armonizzata dal rock blues che traspare dalle note di Manfredi e company.

Discorso a parte meritano il terzo gruppo, gli Elixir, al debutto dal vivo, anche se i loro componenti sono tutti navigati ed esperti musicisti del rock underground romano. Ed è in questa band che si intersecano i destini degli altri due gruppi. Il loro leader è Riccardo Pulcini, già storica voce e autore dei Green Apple, da poco scioltisi. Volendo trovare un paragone illustre, la loro storia ricorda quella degli “Adelmo e i suoi Sorapis”, quando tempo fa’ Zucchero raccolse goliardicamente intorno a sé alcuni amici del rock italiano (Dodi Battaglia, Maurizio Vandelli, Fio Zanotti, Umbi e Michele) da cui nacque poi lo splendido album “Walzer d’un blues”. Così, insieme a Rik si sono ritrovati a suonare Sergio Di Mico e Manfredi Zaccaro, rispettivamente chitarra e basso dei Fenice e Nik, sassofono dei Monkey’s blues. Insieme a loro il ritorno sulle scene del batterista Claudio “Bonzo” Pulcini, che va a ricomporre con Riccardo la coppia dei “gemelli terribili” del rock romano. Rik proporrà nuove canzoni arrangiate da questo ritrovato gruppo di amici.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti