Lazio-Udinese 2-0, Mitra Matri doppietta all’esordio

Esordio bagnato per l’ex rossonero che alla prima in biancoceleste sigla una doppietta da tre punti
di Marco Savo - 14 Settembre 2015

Esordio fortunato per Matri, è il centravanti che tanto mancava a Pioli. All’Olimpico entra lui e la gara cambia: prima la rete che ha sbloccato una gara ferma sullo 0 a 0 e poi la doppietta per festeggiare nel migliore dei modi la prima gara con l’Aquila sul petto. La Lazio così ha la meglio sull’Udinese e riprende il cammino interrotto a Verona portandosi a sei punti in classifica, ad una sola lunghezza dal gruppetto di squadre in testa.

MatriPrimo tempo – La Lazio contro l’Udinese per riprendere il passo perduto. Il neo acquisto Matri parte dalla panchina così come Felipe Anderson, mentre in campo Mauri si riprende la fascia da capitano perduta. In difesa, al posto di De Vrij infortunato, esordio dal primo minuto per il giovane Wesley Hoedt. Sull’Olimpico si gioca sotto una piaggia battente e Candreva, viste le insidie del terreno, nei primi venti minuti è l’unico che va al tiro e ci prova a far male a Karzenis con la specialità della casa ovvero il tiro dalla distanza. Al 43’ biancocelesti vicini al vantaggio con Candreva che da posizione defilata scaglia un destro che attraversa tutta l’area piccola, senza però trovare qualche compagno il quale riesca a trovare la deviazione vincente. Questa l’unica vera occasione da goal di un primo tempo molto brutto.

Secondo tempo – Durante l’intervallo il maltempo aveva dato una tregua alla partita ma appena il Sig. Calvarese ha fischiato l’inizio della ripresa sull’Olimpico si è scatenato un nuovo nubifragio. Al 52’ allora ci prova Parolo con tiro da fuori che Karnezis controlla e devia in angolo. Poco dopo scatta l’ora di Alessandro Matri che rivela, un po’ a sorpresa, Antonio Candreva. Il n.17 biancoceleste bagna nel migliori dei modi il suo esordio con la nuova maglia siglando al 65’ il goal del vantaggio capitolino, su assist di Felipe Anderson entrato al posto di Lulic. Dopo il goal della Lazio l’Udinese vicino al pari con Kone ma Marchetti, in due tempi, controlla il suo tiro. Al 68’ Matri vicino alla doppietta, questa volta di testa, ma Karzenis fa buona guardia e sventa il pericolo alla sua porta. Al 73’ all’Olimpico è festa grande perché la doppietta di Matri è realtà: l’ex milanista insacca una corta respinta di Karzenis sul destro di Keita. La Nord gli dedica subito un coro, Matri esordisce in biancoceleste nel migliore dei modi, è lui che cambia l’inerzia di una gara abbastanza mediocre. Fino al novantesimo poche emozioni, dopo il triplice fischio il giusto tributo alla Lazio ed al suo nuovo bomber: mitra MATRI.

festaLAZIO

Marchetti 6 – Le uniche vere inside gli arrivano dalla sfera resa scivolosa dalla pioggia.

Basta 6.5 – Sulla destra limita al minimo le folate friulane.

Mauricio 6.5 –  C’era molto attesa sulla prestazione della difesa biancoceleste soprattutto dopo il forfait di de Vrij ed il brasiliano, in coppia con il baby olandese Hoedt, risponde presente limitando al massimo i pericoli per Marchetti.

Hoedt 7 – L’olandese esordisce in biancoceleste con una gara ordinata dove  le vere insidie arrivano dal terreno pesante.

La Sposa di Maria Pia

Radu 6.5 – Il rumeno dimostra di essere ancora un difensore su cui fare affidamento per il futuro.

Cataldi 5.5 – Nel primo tempo male come tutta la Lazio, nella ripresa decisamente meglio.

Parolo 6.5 – Gara di sostanza, ottimo come sempre il suo apporto alla causa biancoceleste. Uomo ovunque!

Candreva 6 –  L’Antonio nazionale è l’unico che nella mediocrità generale del primo tempo prova a far qualcosa. (55’ Matri 8 – Che esordio, mitra MATRI, cambia l’inerzia della gara siglando una doppietta che manda in estasi i suoi nuovi tifosi).

Mauri 5.5 – Ritrova la maglia da titolare e soprattutto la fascia da capitano perduta in estate, lontano però dalla miglior forma (83’ Milinkovic-Savic sv).

Lulic 5 – Non una gara esaltante per il bosniaco (55’ Felipe Anderson 7 – La panchina questa volta non lo demoralizza perché appena entra in coppia con Matri cambia la gara).

Keita 6.5 – Nel primo tempo ci mette molto impegno ma la giocata non arriva quasi mai, nel secondo va molto meglio ed è lui che propizia il raddoppio di Matri.

All. Pioli 7 – Rischia Hoedt per Gentiletti ed il campo gli da ragione. Nella ripresa azzecca i cambi, inserendo Matri e Felipe Anderson per Candreva e Lulic, e la partita si incanala sul binario laziale.

UDINESE

Karnezis 5, Heurtaux 5, Danilo 5.5, Piris 5.5, Edenilson 5.5, Kone 6 (78’ Aguirre sv), Iturre 5, Fernandes 5 (55’Badu 5.5), Adnan 5, Thereau 6 (71’ Di Natale sv), Zapata 5. All. Colantuono 5.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti