Roma Flash Mob: stavolta si è ballato da piazza del Popolo a Trinità dei Monti

Il 2 marzo "una marea di gente ha fatto la stessa cosa nello stesso istante, una cosa pazza, senza senso, che tutti fanno all’unisono"
di Alessia Ciccotti - 2 marzo 2010

Un martedì pomeriggio come tanti quello di oggi a Roma, Piazza del Popolo: la statua della libertà in attesa che qualcuno si avvicini per una foto, il solito gruppo di ragazzi in gita scolastica, quelli che a scuola stamattina non ci sono andati e quelli che dopo le lezioni ai compiti pomeridiani hanno preferito un timido sole dal sapore di primavera, quelli che improvvisano una partita a pallavolo e una serie di avvocati, notai, impiegati, segretarie e commessi in pausa pranzo. Insomma tutto nella norma se non fosse che da un momento all’altro, nel bel mezzo di un tranquillo e ordinario pomeriggio capitolino, un gruppo di giovani iniziano a ballare all’impazzata. Il gruppo si allarga, diventano sempre di più e poi cominciano a muoversi; imboccando via del Corso a tempo di musica. Rieccoli quelli del flash mob; dopo il Mob “Risata” e quello “Abbiamo Peccato”, ecco alla sua terza apparizione l’esercito del “Roma Flash Mob”, vale a dire, come spiegano gli organizzatori «una marea di gente che fa la stessa cosa nello stesso istante, una cosa pazza, senza senso, che tutti fanno all’unisono».

Questa volta l’appuntamento era sotto la terrazza del Pincio con il compito di scaricare alcune tracce musicali sul proprio lettore mp3 e alle 15:30 in punto darsi alla pazza gioia a ritmo di Prodigy, Mika e Bob Sinclair. Una volta partita, tra videocamere, macchine fotografiche, le facce divertite di chi sapeva e quelle stupite di chi non sapeva cosa stesse succedendo, la folla si è diretta verso via Condotti e poi piazza di Spagna dove ha letteralmente riempito la scalinata di Trinità dei Monti. Proprio qui c’è stata la seconda parte del flash mob, il Freezing, vale a dire tutti immobili fino al suono della tromba da stadio, e poi… a casa.

Semplice divertimento, per stare insieme agli amici e per godersi la propria città: queste le ragioni che hanno spinto tanti dei partecipanti a non mancare all’appuntamento. Appuntamento che si sono dati, ovviamente, tramite facebook e a cui hanno risposto senza pensarci due volte. E considerato che alla domanda: “parteciperesti di nuovo ad un evento simile?” in molti hanno detto: “sicuramente si” c’è da aspettarsi presto un’altra “rapida folla” pronta ad invadere, pacificamente, le vie di Roma.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti