Dar Ciriola asporto

Aperto Centro chirurgico del Santa Caterina

Il servizio comprende 2 sale operatorie, una degenza con 4 letti e 5 poltrone e assicurerà al VI municipio oltre 2000 interventi l’anno
di Alessia Ciccotti - 18 Novembre 2009

Il presidio polispecialistico Santa Caterina della Rosa di via Forteguerri 4 si allarga e da oggi può contare anche su un Centro Chirurgico Integrato, ufficialmente aperto lunedì 16 novembre. Dopo le difficoltà iniziali e i disguidi nell’avviare la sua attività subito dopo l’inaugurazione del 28 gennaio scorso, il Santa Caterina è pronto ad offrire anche questo nuovo servizio, dedicato al trattamento di patologie che necessitano di un ricovero in Day Surgery, vale a dire “Chirurgia in un giorno”. Questa modalità di ricovero consente di effettuare terapie chirurgiche per patologie di media o piccola gravità, sia in anestesia locale che loco-regionale, con una breve degenza e la possibilità di essere dimessi il giorno stesso dell’intervento.

La nuova ala, la cui ristrutturazione è stata finanziata dalla Regione Lazio, comprende 2 sale operatorie e una degenza con 4 letti e 5 poltrone, operative 12 ore al giorno, e rappresenta la prima esperienza di struttura pubblica multifunzionale territoriale della Regione Lazio. Il personale del centro è composto da 2 chirurghi, 4 anestesisti e 10 infermieri e «in un anno il centro sarà in grado di effettuare – assicurano dal Municipio – 2.300 interventi chirurgici e 6.000 prestazioni di chirurgia ambulatoriale», come ad esempio: patologie chirurgiche oculistiche, ortopediche, vascolari ed urologiche; ernie, varici, patologia anorettale non oncologiche, neoplasie dei tessuti molli e cisti.

All’inaugurazione del centro chirurgico erano presenti il presidente del VI Municipio Giammarco Palmieri e il vicepresidente e assessore alle Politiche Sociali, Sanitarie e Servizi alla Persona Tonino Vannisanti. «E’ una giornata fondamentale per questo territorio – ha dichiarato Palmieri – il nuovo centro rappresenta un servizio importante per i nostri cittadini. L’obiettivo sarà quello di supportare questo centro affinché si consolidi come un punto di riferimento nel territorio».

L’assessore Vannisanti, che in questi anni ha svolto la funzione di anello di congiunzione tra la Regione e il Municipio, ha invece affermato: «La giunta municipale ha sempre avuto a cuore la realizzazione di questo centro. Ci siamo impegnati a mantenere viva l’attenzione sul progetto e abbiamo costantemente seguito l’avanzamento dei lavori. Il poliambulatorio rappresenta una sanità non soltanto più efficace ed efficiente, ma anche più vicina al territorio e al cittadino».

Il presidente Palmieri e l’assessore Vannisanti hanno infine annunciato che il progetto porterà alla realizzazione di un altro reparto, vale a dire un centro per la riabilitazione e l’assistenza ai disabili.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti