Il 28 e 29 settembre sciopero degli Asili Nido a Roma

L'agitazione proclamata dalla RdB-CUB per il mancato rispetto degli impegni assunti dall’Amministrazione Capitolina
di Franco Leggeri - 2 Settembre 2009

Il personale dei Nidi del Comune di Roma scenderà in sciopero il 28 e 29 settembre. Lo sciopero è stato proclamato dalla RdB-CUB per il mancato rispetto degli impegni assunti dall’Amministrazione Capitolina.
Caterina Fida, della RdB-CUB ha dichiarato:” A settembre i nidi del Comune di Roma riapriranno con tutti i drammatici problemi dello scorso anno scolastico. Dalla evidente difficoltà nella gestione del servizio dovuta alla riduzione degli organici, all’incapacità di dare una risposta alle 9000 famiglie che, rimaste in lista d’attesa, non sapranno a che affidare i propri figli”.
Prosegue Caterina Fida:” Dopo le pressanti proteste del personale, culminato con lo sciopero del 18 maggio scorso al quale aderirono anche numerose famiglie, il Consiglio Comunale aveva approvato all’unanimità il potenziamento dell’offerta pubblica per il reintegro delle unità lavorative decurtate in virtù di precedenti accordi sindacali. La Giunta Alemanno continua invece a perseguire una deleteria logica di smantellamento del servizio pubblico a favore del servizio privato che senza alcun controllo, gestisce pezzi sempre più ampi del servizio.
Inoltre il presunto reintegro del personale dichiarato dall’Assessore Marsilio avverrà, e solo parzialmente, nei nidi con apertura 7-18, vale a dire solo su 18 strutture su un totale di 191 nidi. Gli altri 173 nidi riapriranno con il personale ridotto ed una contrazione degli orari di apertura agli utenti”.
Conclude Caterina Fida: “la riduzione del personale sarà così fatta pagare alle famiglie, ai bambini e al personale stesso, quest’ultimo costretto ad un maggior ed insostenibile carico di lavoro ed una flessibilità completamente slegata dai progetti educativi. Quanto ai costi, l’Amministrazione ancora non ha fornito i conti relativi al servizio e, nonostante le numerose denunce della RdB, non ha mostrato alcun interesse ad avviare meccanismi di controllo che possano realmente ridurre gli sprechi. Per questo la RdB del Comune di Roma ha proclamato lo sciopero, che verrà preceduto nella prima settimana di settembre da un’assemblea pubblica di tutto il personale dei nidi e dei genitori”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti