Il San Giovanni Addolorata apre un nuovo centro di telecardiologia

L’Azienda Ospedaliera romana inaugura in Tanzania il terzo centro di assistenza in telemedicina
di Patrizia Miracco - 27 Ottobre 2009

Inaugurato ad Iringa, alla presenza di S.E.J. Kikwete, Presidente della Repubblica della Tanzania, un nuovo Centro di Telemedicina in collegamento con l’Azienda Ospedaliera San Giovanni – Addolorata di Roma.

Il progetto, siglato nel 2007 da un accordo di collaborazione tra l’Azienda ospedaliera romana e la Comunità di S. Egidio, è partito a suo tempo grazie all’approvazione del Ministero della Salute per il Programma Dream Italy Network e dalla Regione Lazio. Questo accordo ha permesso di aprire ad Iringa, nel cuore della Tanzania, una nuova postazione con personale preparato attraverso un corso di formazione realizzato ad Arusha dal dr Giorgio Scaffidi, direttore del Pronto Soccorso Cardiologico del San Giovanni – Addolorata. Al corso di formazione hanno partecipato più di 40 operatori sanitari, tra medici e infermieri

Il Direttore Generale del nosocomio romano, Luigi D’Elia, ha dichiarato: “L’Azienda Ospedaliera San Giovanni – Addolorata è una realtà in cui l’innovazione ha ormai il sopravvento sull’attività quotidiana”.

“Il progetto di consentire ai pazienti di avere diagnosi e referti restando a casa e/o in comunità non ospedaliere – prosegue D’Elia – può rappresentare, in una nuova organizzazione sanitaria ed in una nuova società attenta ai bisogni della gente, un elemento vincente anche con riferimento alla spesa sanitaria”.

Il centro di Iringa è il terzo centro che ora l’Azienda Ospedaliera S. Giovanni – Addolorata, attraverso la telemedicina, segue. Finora nei due centri sanitari già avviati, quello nell’ospedale rurale Meru Hospital e quello nell’Health Center di Usariver, sono stati eseguiti oltre 500 teleconsulti cardiologici e refertazioni a distanza di altrettanti elettrocardiogrammi.

Il servizio offerto dall’ospedale romano è diretto dal dr Gianpiero Guerrieri, che, attraverso l’ITC (Information and Communication Tecnology), ha realizzato un software per il teleconsulto capace di monitorare e garantire il buon funzionamento.

Responsabile della Telemedicina del S. Giovanni – Addolorata è il dr Michelangelo Bartolo, presente ad Iringa all’inaugurazione del centro di cura e allo start up del programma di telecardiologia.
 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti